Home Spettacolo Sara Croce da infarto, il Lato B in primo piano manda in...

Sara Croce da infarto, il Lato B in primo piano manda in delirio il web: la foto piccante

La Bonas di Avanti Un Altro torna a stuzzicare i suoi followers su Instagram. Il Lato B, esplode nel trikini: ”Da Pallone d’oro”.

In diretta dalla bellissima Capri, la modella di Garlasco ha ingolosito nuovamente i suoi followers con uno scatto dalle sfumature sensuali e piccanti.

Sara Croce da infarto, il Lato B in primo piano manda in delirio il web: la foto piccante

La Bonas della nota trasmissione condotta da Paolo Bonolis e Luca Laurenti, ha infatti posato per un noto magazine ”Star Sistem”.

Dietro la macchina fotografica, la nota fotografa dei Vip, Azzurra Piccardi, che ha immortalato Sara Croce in una serie di scatti dai toni estremamente Osè.

Il trikini ”risucchiato” tra i glutei fa il pieno di Like

Un meraviglioso trikini bianco quello indossato dalla modella di Garlasco la quale di recente ha lanciato insieme alla sua amica d’avventura Camilla Caimi la sua prima linea di costumi da bagno.

Girata a tre quarti, la posa mette in risalto le sue curve mozzafiato, in particolare il suo prorompente lato B che risucchia la parte inferiore del costume bianco, in netto contrasto con la sua pelle abbronzata, dopo le sue vacanze capresi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sara Croce💖 (@saracroce98)

La foto ha conquistato immediatamente oltre 50mila like in pochissimo tempo, i quali sono destinati ad aumentare nelle prossime ore.

Ma non solo, numerosissimi anche i commenti, anche spinti, da parte dei followers i quali non hanno potuto che omaggiare la sensualità e l’armoniosità delle sue curve.

Sara Croce furiosa sui social: ”Ci rinuncio”

Sul suo profilo, la modella di Garlasco ha voluto commentare anche una notizia molto delicata, giunta pochissime ore fa dall’Ungheria, la quale ha fatto passare una legge anti-Lgbt, la quale vieta la ”promozione dell’omosessualità ai minori di 18 anni”.

Sara Croce è senza parole, non solo per la notizia in se, ma anche per le risposte di alcuni suoi followers, i quali al contrario suo l’hanno trovata una scelta intelligente volta a tutelare, a loro detta i bambini che sarebbero ”facilmente condizionabili”.

A tal proposito la Bonas, ci ha tenuto a sottolineare la sua posizione, ovvero che ”l’omosessualità non si insegna, non si impara, e non ci si sveglia da un giorno all’altro con gusti diversi”, è semplicemente ”natura”, e in virtù di ciò nessuno dovrebbe essere privato della facoltà di amare chi vuole.

Una questione che ha suscitato oltre che accese polemiche anche una profonda amarezza e rassegnazione non solo nella Bonas, ma anche in chi la segue e che crede in determinati valori, i quali di discostano anni luce dai fondamenti della Legge passata in Ungheria.