Home Cronaca Salerno, tappezza la città con foto hot dell’ex fidanzatina: 17enne affidato ad...

Salerno, tappezza la città con foto hot dell’ex fidanzatina: 17enne affidato ad una comunità

CONDIVIDI

Il caso di revenge porn ai danni di una ragazzina di appena 13 anni si è registrato in un piccolo comune del capoluogo campano.

revenge porn Salerno

Le immagini erano corredate da un’offerta di prestazioni sessuali a pagamento.

Il caso di revenge porn nel salernitano

Una vendetta pensata per umiliare e denigrare la fidanzata che lo aveva lasciato.

È con questo intento che un ragazzo di 17 anni ha tappezzato le strade del paese in cui la sua ex vive con manifesti riproducenti immagini hot della ragazza.

Il tutto corredato da un’offerta di prestazioni sessuali a pagamento.

Come riporta anche l’Occhio di Salerno, per il 17enne è stato quindi deciso il collocamento presso una comunità.

La Sezione della Polizia Postale di Salerno e la Polizia Giudiziaria presso la Procura della Repubblica per i minorenni di Salerno hanno emesso un’ordinanza cautelare, su richiesta del Procuratore della Repubblica, che dispone la misura coercitiva del “collocamento in comunità” nei confronti dell’adolescente.  17enne.

Leggi anche: Maestra licenziata dopo la diffusione di un video intimo, arrivano le condanne

Cos’è il revenge porn?

Il termine inglese “revenge porn o pornography” indica la diffusione di video o immagini, a sfondo sessuale, con l’obiettivo di rovinare la reputazione della vittima, che per la gran parte sono donne.

In Italiano viene tradotto come vendetta pornografica. Il più delle volte a macchiarsi di quello che è a tutti gli effetti un reato sono ex fidanzati o mariti, che condividono immagini intime delle loro vittime.

Il reato di revenge porn è punito dall’articolo 612 ter del Codice penale che stabilisce:

“Chiunque invia, consegna, cede, pubblica o diffonde immagini o video a contenuto sessualmente esplicito, destinati a rimanere privati, senza il consenso delle persone rappresentate, è punito con la reclusione da uno a sei anni e con la multa da euro 5.000 a euro 15.000.”

La vittima di revenge porn ha 6 mesi di tempo per denunciare alla Polizia o ai Carabinieri.

Leggi anche: Tiziana Cantone, s’indaga per omicidio.