Home Salute & Benessere Sale rosa dell’Himalaya contro sale marino: quale è meglio per te?

Sale rosa dell’Himalaya contro sale marino: quale è meglio per te?

CONDIVIDI

Tutto quello che devi sapere per scegliere con sicurezza tra sale marino e sale rosa dell’Himalaya.

Sale rosa dell’Himalaya vs sale marino

È una storia vecchia come il tempo. Si entra nel negozio di alimentari con l’intenzione innocente di acquistare sale, solo una bottiglia, niente di speciale.

Eppure, mentre percorri i corridoi, scansionando gli scaffali per la selezione del sodio, sei sopraffatto dalle opzioni. C’è sale da tavola, sale marino, sale rosa dell’Himalaya…

Sei a corto di tempo, sfinito da una lunga giornata, e non divertito dal gioco mentale che i produttori di sale e il tuo negozio di alimentari hanno chiaramente unito per giocare coni te. La tua mente corre mentre piangi dentro, “quale dovrei scegliere?!” Non ti preoccupare, possiamo aiutarti.

Cos’è il sale marino?

Il sale marino viene creato attraverso l’evaporazione delle acque oceaniche o dei laghi salati. A differenza del sale da tavola, che viene estratto dal terreno e lavorato per filtrare i minerali in eccesso e includere additivi anti-aggreganti, il sale marino viene prodotto naturalmente.

Ciò spiega la sua grande forma cristallina e la recente popolarità tra i consumatori attenti alla salute e le industrie alimentari. Inoltre, il processo di evaporazione consente al sale marino di conservare tracce di minerali di cui i nostri corpi hanno bisogno, come il potassio, il calcio e il magnesio.

Rispetto al sale da cucina, il sale marino può anche essere più efficace nel ridurre la pressione sanguigna e proteggere la funzione renale.

Mentre le parole “naturale” e “non elaborata” possono sembrare allettanti, l’allenatore certificato ed esperto di nutrizione, il Dr. Candice Seti, mette in guardia contro la fretta di celebrare il sale marino.

Il dott. Seti spiega che “se è più scuro di tonalità, ha più impurità e con l’inquinamento dilagante nelle acque del nostro mondo, il sale marino può contenere tracce di metalli pesantiì“.

Il sale marino può contenere anche tracce di “microplastiche da acque inquinate e rifiuti di plastica“. Sebbene il sale marino sia una scelta più “naturale” del sale da cucina, cospargendolo sul cibo c’è la possibilità di consumare piccole quantità di materiali indesiderati.

Cos’è il sale rosa dell’Himalaya?

Se hai mai visto il sale rosa dell’Himalaya al supermercato, ti sei sicuramente chiesto se potevi fidarti di un prodotto così colorato. State tranquilli, tuttavia, il colore rosa è completamente normale.

Secondo il Dr. William Li, il sale rosa dell’Himalaya “proviene dalla miniera di sale di Khewra in Pakistan, dove il contenuto di minerali produce una colorazione rosa unica“.

Poiché il sale dell’Himalaya rosa viene estratto a mano e macinato, senza l’uso di strumenti metallici che possono contaminare la sua composizione, i produttori di questo sale sostengono che è ancora più naturale del sale marino.

In termini di composizione, il sale rosa dell’Himalaya ha tracce di minerali più benefici rispetto al sale marino. Mentre il sale marino contiene frammenti di 72 particelle, il sale rosa dell’Himalaya ha “tutti e 84 gli oligoelementi essenziali richiesti dal tuo corpo“, spiega il dott. Dean. Questa disparità fa sì che la maggior parte dei professionisti della salute valutino il sale rosa dell’Himalaya più consigliabile di altri sali, secondo il Dr. Seti.

Quindi, qual è meglio per la tua salute?

Ora che avete le idee più chiare su entrambi i tipi di sale, probabilmente vi starete chiedendo quale tipo sia effettivamente migliore per la vostra salute.

In generale, meno additivi e agenti antiagglomeranti si ingeriscono, meglio sarà“, afferma il dott. Seti. A prima vista, le microplastiche, i metalli e meno elementi utili che si trovano nel sale marino sembrano indicare che il sale rosa dell’Himalaya è la scelta più intelligente.