Home Spettacolo Sabrina Paravicini ‘La pallina era un carcinoma’: lo sfogo da brividi in...

Sabrina Paravicini ‘La pallina era un carcinoma’: lo sfogo da brividi in diretta

CONDIVIDI

Storie Italiane, il dramma della nota attrice: la dolorosa scoperta del tumore, il racconto di Sabrina Paravicini

Sabrina Paravicini
Sabrina Paravicini
Durante la puntata di ieri,  Sabrina Paravicini ha raccontato un momento particolarmente difficile della sua vita: la scoperta del tumore al seno. Un dramma che ha cambiato per sempre la sua quotidianità.

Storie Italiane, il dramma di Sabrina Paravicini

Il famoso programma di Rai Due è solito intrattenere il suo amato ed affezionato pubblico con dei servizi davvero incredibili e con storie da brividi. Nella puntata di ieri, mercoledì 23 settembre, Eleonora Daniele ha accolto in studio Sabrina Paravicini che ha parlato a cuore aperto della sua battaglia personale contro il tumore. Una lunga e toccante chiacchierata, nella quale la nota attrice ha voluto condividere un momento particolarmente difficile della sua vita: la scoperta della malattia.

Nel dettaglio, la donna ha scoperto di avere una ‘pallina‘ al seno. Con una serie di accertamenti, è arrivata la diagnosi:  si trattava di un carcinoma. La paura ha preso il sopravvento e ha anche pensato di non potercela fare.

Il drammatico racconto dell’attrice

Durante la sua chiacchierata con la padrona di casa, Sabrina Paravicini non ha nascosto le sue emozioni e ha condiviso la sua più grande paura con i telespettatori:

ALL’INIZIO ho avuto paura di non farcela. Ho anche scritto una sorta di testamento dicendo ai medici che, nel caso in cui mi fosse successo qualcosa, lo avrebbero trovato sotto un libro…

Inoltre, l’attrice ammette che grazie alla malattia ha imparato ad amare il suo corpo: cosa che spesso non si riesce a fare nemmeno quando siamo al massimo delle nostre possibilità.

Sul suo profilo Instagram non ha mai smesso di aggiornare i suoi fan sulle sue condizioni di salute: a partire, quindi, dalla operazione fino al corso post-operatorio. L’obiettivo è quello di far sentire meno sole le persone che, purtroppo, hanno sofferto o soffrono ancora adesso come lei.