Home Cronaca Omicidio Romeo Bondanese: concessi i domiciliari al 17enne che l’ha ucciso

Omicidio Romeo Bondanese: concessi i domiciliari al 17enne che l’ha ucciso

CONDIVIDI

Il giudice del Tribunale dei Minori ha disposto la misura per l’adolescente originario del casertano.

killer Romeo Bondanese ai domiciliari

Il ragazzo è accusato di omicidio preterintenzionale e lesioni gravi.

L’omicidio di Romeo Bondanese

Era lo scorso lunedì, 16 febbraio, quando in una centralissima piazza di Latina, nei pressi del ponte Tallini, un ragazzo di appena 17 anni, Romeo Bondanese, venne accoltellato a morte.

Intorno alle 20, due ragazzi in motorino, tra cui l’omicida, si sarebbero avvicinati ad un gruppo di coetanei seduti sulle panchine di fronte al Mcdonald’s, tra cui c’era proprio Romeo.

La situazione è degenerata in un attimo.

Il 17enne è stato ferito al collo da una coltellata mortale, che gli ha reciso l’arteria femorale.

Romeo non ce l’ha fatta, nonostante i soccorsi, è deceduto appena giunto in ospedale, per una grave emorragia.

L’amico che era con lui quella sera è rimasto ferito ad una gamba ed è stato sottoposto ad un’operazione d’urgenza: il ragazzo è stato giudicato fuori pericolo.

Un altro amico di Romeo è stato ferito ad una mano, non in modo grave.

Ai domiciliari il killer di Romeo Bondanese

Al ragazzo di 17 anni accusato dell’omicidio di Romeo Bondanese, sono stati concessi gli arresti domiciliari.

I giudici del tribunale dei minori di Roma hanno infatti convalidato l’arresto dell’adolescente, coetaneo della vittima, disponendo per lui gli arresti domiciliari.

Il 17enne è accusato di omicidio preterintenzionale e lesioni colpose. 

Il complice dell’adolescente è ancora in fuga.

Le polemiche sui ritardi nei soccorsi

“Hanno fatto video invece di provare a fermare l’emorragia, che ha ucciso mio nipote, prima che arrivasse l’ambulanza”

è la grave accusa mossa dallo zio di Romeo ai giovani che erano presenti la sera dell’omicidio.

I genitori di Romeo vogliono conoscere la verità e sapere cosa sia davvero successo quella drammatica sera.

Romeo Bondanese era una giovane promessa del calcio locale. La sua notizia ha riportato l’attenzione su una zona quale quella di via Vitruvio, che la sera diventa territorio di nessuno, ostaggio delle baby gang.