Home Cronaca Roma, tassista uccide l’uomo che cercava di difendere la suocera: i dettagli

Roma, tassista uccide l’uomo che cercava di difendere la suocera: i dettagli

CONDIVIDI

A Roma un tassista ha malmenato un uomo di 49 anni che tentava di proteggere l’anziana suocera perseguitata.

roma tassista

Il tassista di Roma ha 58 anni ed era già conosciuto agli uomini in divisa perché perseguitava da tempo un’anziana signora.

Il genero difendeva la suocera

Il tassista di Roma ha 58 anni. E’ conosciuto alla Polizia per aver commesso diversi reati tra cui quello di rompere le videocamere di sorveglianza nei pressi della casa di una vecchia signora che perseguitava. L’uomo minacciava l’anziana, danneggiava cose ed oggetti di proprietà della donna e molto altro.

Il motivo per cui è stato arrestato, però, è per aver picchiato il genero dell’anziana che, venuto a conoscenza delle angherie del tassista, voleva proteggerla. Così, l’uomo, di 49 anni, ha tentato di chiarire con il tassista ma, quest’ultimo, lo ha picchiato ieri pomeriggio, spaccandogli la faccia.

Il genero dell’anziana ha perso la pazienza perché il tassista aveva tentato di manomettere, per l’ennesima volta, le telecamere di sicurezza installate dalla donna nella sua proprietà.

La dinamica del pestaggio

Ieri pomeriggio, 16 giugno, il tassista stava tentando la manomissione delle videocamere ma ha trovato il genero della donna. Quest’ultimo ha chiesto all’uomo di smettere ciò che stava facendo. Ma al tassista il rimprovero non è andato giù. Per questo, l’uomo ha deciso di malmenare il genero dell’anziana, causandogli diverse ferite, anche gravi, in testa.

Non appena l’anziana e sua figlia, moglie della malcapitata vittima, sono accorse in aiuto, il tassista romano ha lanciato contro di loro dei sassi. La scena folle si è placata con l’arrivo dei Carabinieri della Stazione di Casal Palocco. Nonostante il loro arrivo, l’uomo voleva continuare ad aggredire le persone.

Il genero dell’anziana è ora ricoverato al nosocomio di Ostia, il Grassi. Lì ha subito un’intervento perché presentava una frattura maxillo facciale. Le ferite riportate, guariranno in un mese. Anche il tassista è stato medicato e ora è in carcere al Regina Coeli.