Home News Roma in attesa del gelo: “Raggi apra le stazioni da questa notte”

Roma in attesa del gelo: “Raggi apra le stazioni da questa notte”

CONDIVIDI

Partita da qualche ora una petizione dell’associazione Nonna Roma alla sindaca Virginia Raggi, per mantenere aperte già da questa notte le stazioni.

Urge che si creino delle zone di ricovero per coloro che hanno la sfortuna di vivere in strada.

Freddo a Roma

Per le basse temperature da stasera a Roma, la rigidità del clima renderà indispensabili delle iniziative straordinarie. Una delle quali è l’apertura delle stazioni, come spesso avviene in occasione di eventi simili.

Per questo motivo come riferisce Fanpage, si sono mossi alcuni municipi affiancati dalle associazioni di volontariato.

Domani si terrà un raduno a metro Conca d’Oro, chiedendo che non vengano chiuse le porte della stazione per offrire un riparo a chi non ha una casa.

Virginia Raggi oltre a ricordare l’impegno assunto con il Piano Freddo e con quelli che attualmente sono i posti di accoglienza, a causa della pandemia non ha attuato alcun piano di emergenza.

Morti per il freddo

Tuttavia è tempo di correre ai ripari, in quanto dall’inizio dell’inverno sono morte già nove persone che dormivano in strada.

E con la colonnina della temperatura in picchiata questo tragico bilancio rischia di aggravarsi pericolosamente nelle prossime ore.

Per assurdo è proprio l’epidemia di covid che ha incrementato il numero dei senza tetto.

Inoltre per scongiurare il contagio non si stanno attuando quei provvedimenti urgenti come accade di routine, come  ad esempio le aperture delle stazioni.

Pe questo motivo è iniziata da  qualche ora la raccolta di firme per una petizione su Change.org.

Promotore della petizione l‘associazione Nonna Roma che insieme alle realtà sociali del III Municipio, domani si  incontreranno dalle 19.00 al capolinea della metro B1 di Conca d’Oro per chiedere che vengano lasciati aperti i cancelli.

I volontari hanno lanciato un appello a cui stanno aderendo in molti in queste ore.

Intanto Giovanni Caudo, presidente del III Municipio, ha annunciato l‘apertura di un centro anziani per quanti sono senza fissa dimora.

Chiarisce di aver fatto richiesta alla sindaca per aprire le stazioni.

“La nostra amministrazione sta lavorando duramente per aiutare le persone senza casa. Lo facciamo dal momento del nostro insediamento”.

Il minisindaco Amedeo Ciaccheri richiede una pronta reazione della sindaca in quanto ‘non si deve non lasciare indietro nessuno’.

.