Home Cronaca Roma, ignorano i consigli del 118: bimbo muore soffocato da palloncino

Roma, ignorano i consigli del 118: bimbo muore soffocato da palloncino

CONDIVIDI

La telefonata con l’operatore del 118 sarebbe stata interrotta bruscamente, la Procura di Roma ha avviato le indagini.

Bimbo morto dopo aver ingoiato palloncino

Il bimbo era stato portato in ospedale a Roma senza attendere l’ambulanza. Al momento sul caso stanno indagando le forze dell’ordine.

Dramma a Roma: bimbo ingoia un palloncino

Un dramma si è consumato a Roma in una casa famiglia frequentata da diversi ospiti tra cui una mamma con il suo bimbo di appena 4 anni.
Dalle prime ricostruzioni come riportato anche da Fanpage, tutto sarebbe da ricondursi ad un tragico incidente come in recenti casi analoghi.

Il bambino infatti avrebbe ingoiato un palloncino di plastica e ciò gli avrebbe causato un’occlusione delle vie respiratorie.
Vista la gravità della situazione alcuni ospiti della struttura avrebbero chiamato il 118.

Senza però attendere l’arrivo dell’ambulanza ad un certo punto il bimbo sarebbe stato caricato su un auto e portato all’ospedale di Monterotondo.
Purtroppo per il bimbo non c’era più nulla da fare e nonostante tutti i tentativi di rianimazione il bimbo è stato dichiarato morto.

La corsa in ospedale: chi ha responsabilità nella morte del piccolo?

Sono tutti sconvolti gli ospiti della casa famiglia sotto la gestione di una cooperativa di Roma che hanno assistito alla tragica scena.
Sono stati loro a chiamare i soccorsi ma non è chiaro quanto sia accaduto in seguito.

I carabinieri di Bracciano stanno eseguendo le indagini del caso. Si dovrà dunque accertare se qualcuno ha delle responsabilità nella drammatica morte del piccolo.
Pare infatti assodato che si sia trattato solo di un incidente ma da quanto emerso ad un certo punto la telefonata con il 118 sarebbe stata interrotta.

Non sarebbero dunque state eseguite le manovre ed i consigli dell’operatore al telefono e non si sarebbe nemmeno atteso l’ambulanza.
Non si sà ancora se ignorare tali procedure abbia peggiorato la situazione fatto sta che il piccolo all’arrivo nel nosocomio romano era già privo di vita.

Anche la mamma del bimbo si trova sotto shock ma ha riferito agli inquirenti quanto accaduto