Home Cronaca Roma: ex guardia giurata uccide la moglie e ferisce il figlio, poi...

Roma: ex guardia giurata uccide la moglie e ferisce il figlio, poi si toglie la vita

CONDIVIDI

Dramma nella mattina di oggi a Roma, dove un ex guardia giurata ha ucciso la moglie e ferito gravemente il figlio, poi si è tolto la vita.

roma omicidio

Il figlio versa in condizioni disperate all’ospedale Policlinico Gemelli di Roma. L’uomo era intervenuto per difendere la madre dalla furia omicida del padre.

Omicidio-suicidio a Primavalle

Dramma questa mattina nel quartiere Primavalle di Roma. Come riferisce anche Fanpage, un uomo di 67 anni, ex guardia giurata ha ucciso la moglie e ferito gravemente il figlio, prima di puntare l’arma contro di sé.

L’omicida e la vittima erano separati. Questa mattina l’ex moglie e il figlio della coppia si erano recati nell’abitazione dell’uomo in via Francesco Maria Torrigio, per recuperare alcune cose della vittima.

Sarebbe nata una lite, al culmine della quale l’ex guardia giurata ha prima accoltellato, poi sparato diversi colpi di pistola alla moglie. Il figlio, nel tentativo di salvare la madre, è rimasto gravemento ferito.

Trasferito in gravi condizioni al policlinico Gemelli di Roma, lotta tra la vita e la morte. Il padre, dopo l’efferato omicidio, ha puntato l’arma contro di sé e si è tolto la vita.

“Questo tentato omicidio è colpa del coronavirus. La gente è spaventata all’idea della morte, i nervi sono tesi”,

avrebbero detto alcuni vicini di casa.

I Carabinieri sono al lavoro per cercare di ricostruire gli attimi che hanno preceduto l’omicidio-suicidio e per accertare quali siano stati i motivi della tremenda lite.

Omicidio a Cuneo

Nel pomeriggio di ieri un altro terribile delitto si è verificato nel parcheggio dell’Auchan di Cuneo. Francesco Borgheresi ha esploso 4 colpi di pistola contro Mihaela Apostolides, sua compagna dal 2018.

L’omicida, militare di 42 anni, si è poi consegnato ai Carabinieri, confessando il delitto. L’arma del delitto era regolarmente detenuta dal 42enne.