Home News Roma, donna vaga ferita e confusa sul Lungotevere: era scomparsa dal 2017

Roma, donna vaga ferita e confusa sul Lungotevere: era scomparsa dal 2017

CONDIVIDI

Incredibile storia di una 62enne scomparsa dal 2017 ritrovata in stato confusionale a Roma, presentava numerose ferite. Ecco cosa è accaduto.

Donna ritrovata dopo 3 anni sul Lungotevere

La donna non ha voluto ricongiungersi con i parenti che la cercavano da anni. Gli inquirenti cercano di far luce sulla sua misteriosa storia.

Donna ritrovata dopo 3 anni a Roma

Vagava sul Lungotevere in evidente stato di sofferenze: così l’hanno trovata nelle scorse ore i poliziotti di Villa Glori.
Gli agenti hanno infatti notato una figura femminile che si aggirava cercando di attraversare la strada.

La donna aveva un’andatura incerta e si sorreggeva con un bastone: quando gli agenti si sono avvicinati fermando le automobili in transito hanno notato le sue precarie condizioni.

Presentava infatti alcune ferite sulle gambe e forse per questo appariva sofferente e camminava a fatica.
A quel punto secondo quanto emerge la donna è stata soccorsa dai sanitari del 118 che l’hanno condotta in ospedale dove è stata medicata.

La 62enne non ha voluto tornare a casa: cosa le è accaduto?

Durante le operazioni di soccorso la donna non ha mai voluto dare le sue generalità né agli agenti né al personale sanitario, come riporta Fanpage.
Quando le sue condizioni di salute sono apparse migliorate dunque, la donna è stata condotta in commissariato per cercare di capire chi fosse.

La donna è stata così interrogata ed infine è emerso che appartenesse alle persone scomparse: di lei si erano perse le tracce sin dal 2017.
La famiglia l’aveva cercata per anni ma quando gli agenti hanno chiesto alla 62enne se volesse tornare dai parenti lei si è rifiutata categoricamente.

Poiché non mostrava segni di incapacità mentale gli agenti hanno dovuto rispettare la sua volontà e l’hanno trasferita in una struttura d’accoglienza.
A permettere l’ingresso della donna nella struttura sono stati gli operatori della Sala Operativa Sociale che fanno capo al Comune di Roma.

Non sono ancora emersi particolari sui 3 anni che mancano all’appello nella misteriosa storia della donna, gli inquirenti tenteranno ora di capire se si sia allontanata volontariamente e se abbia vissuto per strada per tutto questo tempo.