Home News Ristoranti: le nuove regole per chi andrà a mangiare fuori, sarà tutto...

Ristoranti: le nuove regole per chi andrà a mangiare fuori, sarà tutto diverso

CONDIVIDI

Siamo in prossimità della fatidica fase due e si discute anche sulla riapertura dei ristoranti ma una cosa sembra certa: nulla sarà più come prima.

ristorante elegante – iStock

In questi giorni si parla di Fase Due e riapertura dei ristoranti nonché di tutte le attività commerciali, a seguito di una lunga chiusura. Che cosa dobbiamo aspettarci?

Ristoranti, la riapertura cambierà il nostro stile di vita

Inutile negarlo, il nostro stile di vita negli ultimi mesi è nettamente cambiato sia a livello comportamentale e sia a livello economico. In prossimità della Fase Due prevista – salvo variazioni – dal 4 maggio 2020 ci chiediamo come sarà andare a mangiare al ristorante o recarci in spiaggia.

Il ristorante è un luogo di ritrovo tra amici, coppie e famiglie ma sembra proprio che nulla sarà più come una volta: uno dei luoghi di aggregazione più importanti potrebbe trasformarsi nettamente per il bene della nostra sicurezza e salute.

Come dovranno cambiare i ristoranti nella Fase Due?

Andare a mangiare fuori è da sempre visto come un gesto di condivisione, compagnia e tutto ciò che ci rende allegri. Dalle riunioni di lavoro sino ai compleanni con gli amici, questo luogo è da sempre stato evidenziato come uno dei più importanti. Eppure dopo la pandemia, tutto sta per cambiare.

Secondo le prime ipotesi, mangiare fuori non sarà più molto rilassante visto che si dovranno mantenere le distanze di sicurezza, non si potrà più fare un brindisi o assaggiare qualcosa dal piatto dei nostri amici commensali. Non solo, perché l’ipotesi del plexiglass che divide il tavolo a metà e la propria area personale si sta concretizzando sempre di più.

I ristoratori, per riaprire i battenti dopo questo lungo periodo di fermo, dovranno eliminare circa il 50% dei tavoli al fine di ottenere lo spazio necessario: questo porterà ad un fatturato minore e forza lavoro dimezzata. Bisogna considerare inoltre che, se la ipotesi del plexiglass dovesse concretizzarsi, l’imprenditore di troverebbe a dover fare un investimento non indifferente.

Le nostre uscite per mangiare fuori un buon piatto o una pizza, non saranno più le stesse. Cosa decideranno di fare i ristoratori?