Home News Riaprire la sera ristoranti e attività sportive, ma solo all’aperto

Riaprire la sera ristoranti e attività sportive, ma solo all’aperto

CONDIVIDI

Le regioni vorrebbero bar, pub e ristoranti nuovamente ricettivi anche dopo il tramonto. È la proposta che presenteranno all’esecutivo nella conferenza stato-regioni.

Ipotesi apertura ristorante la sera

Giovedì c’è l’importante appuntamento e Massimo Fedriga, governatore del Friuli Venezia Giulia nonché neopresidente della conferenza delle Regioni fa sapere che prioritaria è garantire la sicurezza quando si potrà riaprire.

Riaprire l’uscio delle attività, non solo della ristorazione

Tavoli distanziati all’aperto oltre le ore 18. È parte dell’ipotesi che sta prendendo forma in queste ore e che verrà sottoposta al governo.

Se è vero che all’aria aperta i contagi diminuiscono vertiginosamente, perché non riaprire?

Si chiede Stefano Bonaccini alla giuda dell’Emilia-Romagna facendosi portavoce di tanti lavoratori italiani.

Infatti è vero che molte ricerche hanno evidenziato un rischio minimo nella trasmissione del virus in esterni, specie se si fa sport.

Allora perché non riportare all’aperto la vita culturale, sportiva, gastronomica e sociale del Paese?

Leggi anche https://www.lettoquotidiano.it/covid-uno-su-mille-infetta-aperto-secondo-ricerca-irlandese/93523/

Così Bonaccini propone un cronoprogramma approssimativo, tenendo conto dell’imprevedibilità del virus che induce a sferzate  repentine dei progetti.

Le date orientative dovranno essere decise con il comitato scientifico.

Inoltre le giornate di sole potrebbero essere delle alleate per ridestare un po’ di vitalità nell’economia nostrana.

Pertanto, in concomitanza con la bella stagione e con l’ipotesi avanzata dalle regioni, anche per il coprifuoco si richiede una modifica, ossia di spostarlo oltre l’orario in vigore.

Mantenere la cautela attraverso i monitoraggi

Giancarlo Giorgetti, ministro dello sviluppo, è cauto nell’indicare una data precisa, ma si arrischia a segnalare maggio come il “mese delle riaperture”.

Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla salute, è dello stessa prudenza e del medesimo avviso.

Vuole corroborare i buoni risultati ottenuti, come l’abbassamento dell’Rt, sentire gli esperti ed evitare aperture avventate che potrebbero riportare la situazione in stallo.

Una volta stabilito il quando, il monitoraggio settimanale sarà cruciale per stabile come procedere con gli allentamenti.

Si guarda così alla propedeuticità con la quale la Gran Bretagna sta ritornato alla vita.