Home News Remdesivir, UE sigla accordi per fornire la medicina contro Coronavirus

Remdesivir, UE sigla accordi per fornire la medicina contro Coronavirus

CONDIVIDI

L’UE ha firmato il contratto per avere in dotazione più dosi di Remdesivir: l’unico farmaco ad ora approvato in grado di guarire dal Coronavirus. I dettagli.

Remdesivir UE firma

L’Unione Europea ha firmato il contratto per avere maggiori forniture di Remdesivir, l’unico farmaco certificato contro il Coronavirus.

Remdesivir, unico farmaco contro Covid-19: UE firma

L’UE ha siglato il contratto di fornitura con la casa produttrice Gilead. Il contratto siglato stabilisce la fornitura di 500 mila cicli di farmaco Remdesivir.

il nome commerciale di questo farmaco è Veklury.

All’accordo tutti i paesi dell’UE partecipano in modo indissolubile più la Gran Bretagna e altri 6 paesi che hanno chiesto l’ingresso nell’UE: 36 paesi in totale hanno firmato e il contratto ha validità di 6 mesi con possibilità di rinnovo di 1 anno.

Il Remdesivir è un farmaco per curare l’ebola ma gli studi hanno chiaramente dimostrato un’efficacia sbalorditiva nel contrastare il Coronavirus.

Le autorità mediche hanno certificato il farmaco soltanto per uso ospedaliero. È apparso in commercio solo 1 mese fa dopo il via libera dell’EMA.

Ad Agosto l’UE aveva messo a disposizione dei paesi appartenenti all’UE e al Regno Unito un numero limitato di dosi: il nuovo accordo appena siglato ne garantisce una fornitura decisamente maggiore.

Quando si può somministrare il Remdesivir?

Questo farmaco può essere somministrato solo nei seguenti casi di polmonite:

  • negli adolescenti ( più di 12 anni di età) che necessitano dell’ossigeno
  • adulti che necessitano terapia supplementare con ossigeno

Deve essere l’Agenzia Italiana del Farmaco, AIFA, ad approvarne la somministrazione dietro richiesta del medico: in questo modo si evitano gli sprechi.

La casa produttrice ha comunicato:

Abbiamo ampliato la capacità produttiva di 50 volte tra gennaio e ottobre dimezzando i tempi di produzione.

La speranza che questo farmaco possa essere la svolta nella cura del Coronavirus è molto forte.

Altri farmaci efficaci: Regeneron

Si legge su Corriere della Sera che c’è un altro farmaco, oltre al Remdisivir, che ha dato notevoli effetti positivi ed è stato proprio il Regeneron: il farmaco somministrato al presidente Donald Trump.

Gli Stati Uniti hanno ideato questo farmaco in laboratorio come un mix di anticorpi contro il Covid-19. Il farmaco REGN-COV2, o meglio Regeneron, riduce notevolmente la carica virale e tempisticamente il recupero fisico dei pazienti non ospedalizzati è più breve e meno tortuoso.

I ricercatori hanno condotto studi clinici su questo farmaco e hanno analizzato la guarigione di ben 275 pazienti: la fase 1 è conclusa ora si converge verso la fase 3 della sperimentazione. L’obiettivo è capire e successivamente comprovare che il Regeneron è un ottimo farmaco da somministrare ai pazienti che riversano in uno stato più grave e preoccupante (ospedalizzati in terapia intensiva).

Potrebbe essere un farmaco in grado di prevenire il contagio per i soggetti che entrano in contatto con chi è malato di covid-19: gli studi clinici proseguono senza sosta.