Home News Reggia di Caserta, centinaia di persone in fila all’ingresso della struttura

Reggia di Caserta, centinaia di persone in fila all’ingresso della struttura

CONDIVIDI

Nonostante l’obbligo di prenotazione online, nella giornata di ieri la Reggia di Caserta sarebbe stata invasa da visitatori senza nessun controllo.

Reggia CasertaUna situazione a dir poco allarmante quella verificatasi all’ingresso della Reggia di Caserta nella giornata di ieri. Nonostante le misure di sicurezza introdotte dalla struttura in seguito alla diffusione del covid-19, infatti, in fila sarebbero state centinaia di persone.

Le norme sanitarie non sarebbero state rispettate

Non sarebbero servite a nulla, quindi, le regole introdotte nella Reggia come: l’obbligo di prenotazione online, accesso per fasce orarie e ingresso contingentato.

Una situazione molto pericolosa a giudicare dalle immagini arrivate dal Complesso Vanvitelliano, il quale ha mostrato centinaia e centinaia di turisti in fila senza alcun controllo.

A far maggiormente scalpore è la diversità delle persone, infatti, mentre qualcuno aspetta il proprio turno, molti altri vanno in giro per la struttura liberamente.

“Le file non vengono gestite, c’è gente che si sposta liberamente in giro, persone senza mascherine, non vengono effettuati controlli per il rispetto delle misure anti contagio e non c’è traccia dei responsabili”.

Queste le dichiarazione di una delle donne presenti ieri alla Reggia di Caserta. Quest’ultima, inoltre, dopo una chiusura forzata all’inizio della pandemia, è stata riaperta ufficialmente a giugno.

Com’è possibile leggere nella sezione dedicate alle domande sul sito della struttura, il rispetto delle norme sanitarie sarebbe dovuto essere una priorità.

“L’ingresso sarà contingentato per numeri, fasce orarie e cancello di accesso. Non è possibile acquistare biglietti o fare prenotazioni in loco. Non è possibile entrare da un accesso e in un orario diverso da quello prescelto”.

Prevista una riduzione del numero di prenotazioni massime

A seguito di questo incidente, infine, la direzione della Reggia di Caserta avrebbe chiesto al concessionario del servizio di biglietteria e prenotazione, Opera Laboratori Fiorentini, una riduzione del numero delle prenotazioni.