Home News Reddito di Cittadinanza: Cosa si può comprare e quali spese sono VIETATE?

Reddito di Cittadinanza: Cosa si può comprare e quali spese sono VIETATE?

CONDIVIDI

Reddito di Cittadinanza: spese ammesse e vietate

L’articolo 2 del decreto interministeriale Mise e Mef fissa le regole per usare in modo corretto i soldi ricaricati sulla Card del Reddito di Cittadinanza.

Scopriamo in questa guida quali sono le regole per usare la carta reddito di cittadinanza e quali sono queste spese VIETATE.

Il beneficiario del Reddito di Cittadinanza può effettuare i pagamenti, nei locali che possiedono il POS, utilizzando tale card.

In alternativa è consentito il prelievo di somme di denaro contante per le somme d’importo fra 100 e 210 euro, in base alla numerosità del nucleo familiare.

Reddito di Cittadinanza: Spese VIETATE

Ecco di seguito l’elenco delle spese che non sono ammissibili utilizzando questo la ricarica sulla card:

  • i gioielli, le collane, i bracciali o altri accessori lussuosi,
  • gli abbonamenti a Pay TV e servizi streaming, come Netflix o Spotify,
  • i giochi d’azzardo che prevedono vincite in denaro,
  • i prodotti e i servizi finanziari,
  • i superalcolici,
  • i servizi assicurativi,
  • gli acquisti o l’invio di somme di denaro all’estero,
  • gli acquisti in club privati,
  • le armi da fuoco,
  • le spese in gallerie d’arte o l’acquisto di beni di antiquariato,
  • il materiale pornografico,
  • gli acquisti, i noleggi o il leasing di navi, imbarcazioni o servizi portuali,
  • gli acquisti su siti e-commerce.

Reddito di Cittadinanza 2020: spese ammesse

Ecco la lista di tutto ciò che è possibile pagare con la ricarica ricevuta sulla Card Reddito di Cittadinanza 2020:

  • le bollette, la rata del mutuo o l’affitto della casa,
  • i beni di consumo strettamente necessari, quali ad esempio alimenti,
  • la benzina o altre tipologie di carburante,
  • i giocattoli per bambini,
  • i libri,
  • gli elettrodomestici anche di grandi dimensioni,
  • i mobili,
  • gli smartphone, i tablet e altri device,
  • i farmaci e i parafarmaci,
  • le visite mediche,
  • il vino e la birra,
  • il materiale per la scuola,
  • gli occhiali da vista,
  • i soggiorni vacanze,
  • i biglietti per il cinema,
  • i prodotti per l’igiene personale,
  • gli abbonamenti ai mezzi pubblici,
  • i pagamenti dei conti in bar e ristoranti,
  • i corsi di formazione presso enti privati o quelli con finalità sportive.

Reddito di Cittadinanza 2020: è possibile pagare l’affitto?

Ai beneficiari del reddito di cittadinanza che abitano in affitto o che devono pagare il mutuo viene concessa una somma aggiuntiva oltre al sussidio, da pagare tramite bonifico.

L’affitto di casa o la rata del mutuo si possono pagare tramite la somma aggiuntiva ricevuta sulla Card mediante bonifico SEPA o Postagiro.

È possibile recarsi alle Poste e allo sportello per effettuare il bonifico per l’affitto, o per la rata del mutuo, usando la carta Reddito di Cittadinanza.

Basta presentare la carta d’identità e il codice fiscale e consegnare un modulo di “Ordine di bonifico SEPA – Postagiro”.

Carta Reddito di Cittadinanza: si possono pagare le spese di condominio?

Oltre ai pagamenti per i beni di prima necessità, la ricarica ricevuta sulla card Reddito Di Cittadinanza consente di effettuare prelievi di contante entro un limite mensile di 100 euro per i nuclei familiari composti da un singolo individuo.

Sembra che la carta Reddito di Cittadinanza non possa essere usata per pagare il condominio da parte di chi è proprietario della casa in cui abita.

Reddito di Cittadinanza: si può pagare l’assicurazione auto?

Fra le spese che il beneficiario non può effettuare con la card Reddito di Cittadinanza rientrano i servizi assicurativi.

Pertanto, non si può utilizzare il credito presente sulla carta del RdC per provvedere al pagamento della polizza assicurativa.

Il divieto vale anche per il beneficiario che possiede un’auto sola e di modesta cilindrata per gli spostamenti necessari alla vita quotidiana.

Reddito di Cittadinanza: è possibile pagare le bollette?

Con il reddito di cittadinanza si può pagare solo la bolletta di luce e gas.

Il reddito di cittadinanza è utilizzabile per far fronte alle bollette di luce e gas, semplicemente recandosi in Posta.

Non è previsto alcun limite al pagamento dei consumi di energia.