Home News Reddito di cittadinanza “sbloccato” anche per i cittadini stranieri che ne hanno...

Reddito di cittadinanza “sbloccato” anche per i cittadini stranieri che ne hanno fatto richiesta

CONDIVIDI

Il Reddito di cittadinanza spetterebbe a 1.248 milioni di famiglie, di cui circa 241.000 sono composti da stranieri (quindi circa il 20% del totale)

A nove mesi dall’invio delle domande all’Istituto di Previdenza INPS, i cittadini stranieri residenti in Italia, che abbiano maturato i requisiti, potranno accedere al reddito di cittadinanza.

Reddito di Cittadinanza per gli stranieri: chi deve produrre la documentazione?

Il reddito di cittadinanza potrà essere richiesto dai cittadini stranieri senza che siano tenuti a presentare i documenti relativi alla situazione patrimoniale, reddituale e anche familiare.

I Paesi per i quali è invece necessario produrre la documentazione sono:

  • Regno del Bhutan;
  • Repubblica di Figi;
  • Repubblica di Corea;
  • Regione amministrativa speciale di Hong Kong della Repubblica popolare cinese;
  • Giappone;
  • Repubblica del Ruanda;
  • Santa Lucia;
  • Confederazione svizzera Taiwan;
  • Repubblica di San Marino;
  • Repubblica di Singapore;
  • Islanda;
  • Qatar;
  • Repubblica del Kosovo;
  • Repubblica del Kirghizistan;
  • Malaysia;
  • Nuova Zelanda;
  • Stato del Kuwait;
  • Regno di Tonga.

Come si legge nel decreto, i cittadini stranieri dei Paesi non esentati dell’elenco, sono tenuti a produrre solo la documentazione relativa al patrimonio immobiliare.

Quali sono i requisiti necessari?

Nell’articolo 2 del Decreto che introduce il reddito di cittadinanza viene chiaramente sancito che il soggetto istante del beneficio economico deve essere:

  • in possesso della cittadinanza italiana o in alternativa di Paesi facenti parte dell’Unione europea,
  • residente in Italia per almeno 10 anni, con gli ultimi due fissa e continuativa

Nel caso in cui il cittadino straniero appartenga ad un Paese terzo extra UE, invece, questo deve essere titolare del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.

Inoltre, devono appartenere ad un nucleo familiare con ISEE inferiore ai 9.360€, con un patrimonio mobiliare non superiore ai 6.000€ e un patrimonio immobiliare inferiore ai 30.000€.

Il nucleo familiare deve essere inferiore ai 6.000€ per una sola persona, con maggiorazioni in base ad età e numero dei componenti del nucleo familiare.