Home Politica Reddito di Cittadinanza, con la card anche mobili e vestiti: la nuova...

Reddito di Cittadinanza, con la card anche mobili e vestiti: la nuova lista spesa

CONDIVIDI

Cosa si può acquistare con la card del reddito di cittadinanza? Ecco la nuova lista della spesa in barba alle tante critiche e al caos

Reddito di Cittadinanza, partono i controlli: "Non valido il cambio residenza degli ultimi tre mesi"

Una partenza particolare quella del reddito di cittadinanza, soprattutto per la poca organizzazione e la confusione su come effettuare le richieste.

Che cos’è la card?

La card del reddito è similare alla solita carta bancomat di colore giallo e rilasciata a Poste Italiane, pronta dal 19 aprile 2019 per tutti gli aventi diritto.

All’interno della stessa si troverà la somma  – da 780 euro in poi – per effettuare alcuni acquisti che verranno monitorati e controllati. Non solo, ma la somma che non verrà spesa – salvo variazioni – sarà ritirata direttamente dall’Inps e non accumulata nel mese successivo.

La lista della spesa si sta ampliando man mano, al fine di venire incontro a tutte le esigenze degli italiani per le spese solite mensili.

Cosa si acquista con la card?

Con la card che sarà a disposizione dal 19 aprile per tutti gli aventi diritto – dopo aver effettuato la domanda e la successiva verifica dell’Inps in merito ai requisiti – si potranno effettuare differenti tipologie di acquisto.

Saranno sicuramente approvati gli acquisti in merito ad abbigliamento, piccoli elettrodomestici e mobili e non è escluso si riesca a trovare un accordo per l’inserimento anche dei libri e materiale scolastico – nonché giocattoli cercando di collaborare con le attività che accettano il bonus cultura. 

Non è cambiato nulla in merito all’acquisto dei generi alimentari, e farmaci che abbiano uno sconto del 5%. La carta gialla, inoltre, permette di saldare le bollette e  – in alcuni casi specifici – un prelievo pari a 100 euro al mese .

E’ bene evidenziare che, durante questi mesi di “prova” e assestamento la lista della spesa potrà cambiare e ampliarsi in merito ai punti per le famiglie aventi diritto.