Home News Reddito di cittadinanza: a maggio sarà accreditato in anticipo?

Reddito di cittadinanza: a maggio sarà accreditato in anticipo?

CONDIVIDI

Reddito di Cittadinanza accredito anticipato maggio 2020: ecco quando!

Anche se non c’è una data ufficiale è possibile che il Reddito di cittadinanza possa essere accreditato in anticipo anche per il mese di maggio.

Ad aprile il Reddito di cittadinanza è stato accreditato in anticipo, tra il 23 ed il 24 aprile.

Il pagamento del reddito di cittadinanza non ha quindi una data fissa e può subire delle variazioni.

Dunque, il pagamento del Reddito di Cittadinanza potrebbe verificarsi anche per il mese di maggio con un lieve anticipo.

Scopri come controllare il saldo. 

Per controllare l’andamento lo stato dei pagamenti è possibile consultare l’area riservata sul sito dell’INPS.

Reddito di Cittadinanza e ISEE: documenti necessari

Per richiedere il reddito di cittadinanza bisogna essere in possesso di un reddito ISEE non superiore ai 15.000 euro e della relativa Dsu, Dichiarazione sostitutiva unica.

I documenti necessari sono:

– Documento d’identità del richiedente

– Stato di famiglia (autocertificato)

– Permesso o carta di soggiorno per cittadini extracomunitari

– Tessera sanitaria

– Contratto di affitto

– Sentenza di separazione

-Libretti di circolazione degli autoveicoli posseduti

– Dichiarazione dei redditi

– Certificazione Unica, ex Cud

– Canoni di locazione

– Redditi esenti e/o non imponibili

– Assegni per coniuge e figli

– Elenco dei contribuiti percepiti da Enti

– Buste paga

– Iban e codice fiscale di tutti i soggetti gestori del patrimonio mobiliare posseduto (banche, poste, investitori, ecc.)

– titoli

– giacenza media dei conti correnti

– saldi dei conti correnti

– investimenti, azioni, obbligazioni, ecc.

– Capitale residuo dei mutui

– Assicurazioni

– Titoli di possesso di terreni e fabbricati

– Ultima certificazione della disabilità e/o non autosufficienza di un soggetto a carico o del richiedente.

Reddito di Cittadinanza: come avviene il primo pagamento?

Coloro che attendono la prima ricarica, essa è contestuale al rilascio della card di Poste Italiane.

Chi ha presentato la domanda di reddito di cittadinanza ad aprile, deve attendere una notifica di Poste Italiane tramite e-mail o sms, che segnala la disponibilità della card ad essere ritirata presso l’ufficio postale.

La carta conterrà già l’importo relativo alla mensilità di maggio.