Home Politica Recovery Fund, serve un piano da presentare a Bruxelles

Recovery Fund, serve un piano da presentare a Bruxelles

CONDIVIDI

Recovery Fund, ipotesi Commissione: no alla bicamerale.

recovery fund

Sulla gestione dei fondi europei il premier Conte mantiene la regia ma apre a un dibattito con le opposizioni e col centrodestra.

Si fa strada, pertanto, l’ipotesi di due commissioni monocamerali che garantirebbero il coinvolgimento del Parlamento.

Ciò permetterebbe un dialogo e un dibattito con l’opposizione. Per garantire tutto ciò è necessario affidare la Presidenza di una delle due commissioni a un esponente del centrodestra che, secondo Repubblica, dovrebbe essere Renato Brunetta.

L’ipotesi di una commissione bicamerale appare impossibile da realizzare in quanto per vararla servirebbe una legge e i tempi tecnici non sono sufficienti per renderla una soluzione probabile.

La nomina di Renato Brunetta in qualità di Presidente ed esponente del centrodestra di una delle due commissioni, rischierebbe di

“sigillare proprio il percorso di dialogo tra Forza Italia e la maggioranza”.

Recovery Fund, ipotesi di istituire due commissioni monocamerali

Alla luce dell’attuale scenario, la soluzione migliore sarebbe quella di istituire due commissioni monocamerali rispetto alla bicamerale.

Secondo fonti parlamentari, Pd e Leu sono già favorevoli a tale scenario. Lo stesso Premier Giuseppe Conte è altrettanto favorevole alla nascita di una commissione per il Recovery Fund.

Ciò consentirebbe al Governo di confrontarsi con il Parlamento per la ripartenza del Paese.

Resterebbe solo da comprendere il reale peso delle Commissioni rispetto alle decisioni del Governo su come utilizzare i fondi UE.

Il Premier Conte ha sempre sottolineato il fatto che spetta all’Esecutivo progettare il piano che entro fine settembre va presentato a Bruxelles.

A breve una riunione di maggioranza si esprimerà sulle commissioni e sui ruoli.

Recovery Fund, ipotesi Commissione: la proposta di Forza Italia

Forza Italia aveva già lanciato la proposta di legge per istituire una Commissione parlamentare per le riforme connesse all’utilizzo di strumenti finanziari, programmi e fondi europei a seguito della crisi pandemica.

Tra i compiti della bicamerale vi sono:

  • indirizzare il governo nelle deliberazioni relative all’utilizzo di strumenti finanziari, programmi e fondi europei.
  • contribuire alla definizione del piano nazionale per la ripresa.