Home Spettacolo Rai nella bufera: chiude storico programma dopo 20 anni

Rai nella bufera: chiude storico programma dopo 20 anni

CONDIVIDI

Uno dei programmi televisivi più noti e storici della Rai potrebbe chiudere i battenti per sempre. E le critiche non sono mancate.

Dopo 20 anni di onorato servizio, potrebbe essere chiusa, per sempre, la serranda un noto e amatissimo programma di cultura.Rai chiude famoso programma

Stiamo ovviamente parlando di Stracult, programma di cinema, condotto da Andrea Delogu e Fabrizio Biggio.

Si tratta di uno degli appuntamenti più longevi dell’azienda, dedicato alla settima arte, nel quale vengono esplorati, non solo i titoli mainstream, ma anche quelli più di nicchia.

Come mai dai vertici arriva questa importante decisione? Lo spiega direttamente l’ideatore del programma, Marco Giusti.

Stracult chiude per sempre?

Il Coronavirus ha apportato cambiamenti, non solo nella vita reale delle persone, ma anche nei vertici televisivi.

La Rai – ad esempio – avrebbe deciso di tagliare i fondi a Stracult, proprio come è avvenuto a La Prova del Cuoco.

Dopo 20 anni di messa in onda, il programma – attualmente condotto da Andrea Delogu e Fabrizio Biggio – con molta probabilità, sarà chiuso per sempre.

Un colpo al cuore per l’ideatore dello show, Marco Giusti, il quale ha commentato la decisione dei vertici dell’azienda, in una intervista rilasciata a La Repubblica.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da StracultRai2 (@stracultrai2)


“Non mi hanno chiesto nulla e non mi hanno parlato di ascolti. Che devo dire, se le cose si vogliono fare, si fanno: ma non mi sembra questo il caso”. 

Marco Giusti, chiusura di Stracult: “Tremo al pensiero”

Nel corso dell’intervista al citato giornale italiano, Giusti afferma che, con la chiusura di Stracult, potrebbe vanificarsi il lavoro svolto in precedenza.

Non solo: anche molto del materiale realizzato potrebbe essere chiuso da qualche parte e non vedere più la luce del giorno.

Ecco le sue parole in merito:

Abbiamo un archivio pazzesco che adesso rischia di diventare inutilizzato e tremo al pensiero che possa finire per sempre in una cantina o magari gettato via”.

Si riuscirà a superare questo problema di budget e a salvare il programma dalla chiusura?