Home News Radovan Vitek, chi è il ceco che vuole costruire lo stadio a...

Radovan Vitek, chi è il ceco che vuole costruire lo stadio a Roma

CONDIVIDI

Radovan Vitek è un milionario ceco che ha intenzione di realizzare lo stadio per la squadra della Roma.

Radovan Vitek

Radovan Vitek è al 451esimo posto della classifica dei miliardari nel mondo, secondo la rivista Forbes.

Un personaggio chiave per il futuro della Roma

Radovan Vitek, secondo la rivista Forbes, con un patrimonio netto pari a 4,2 miliardi di dollari, è al 451 esimo posto nella classifica delle persone più ricche del mondo.

Vitek è originario della Repubblica Ceca ma, da tempo, risiede a Crans Montana, in Svizzera. Nelle sue mani risiede il futuro della Roma e del suo stadio. Il milionario e immobiliarista, infatti, entro la fine di luglio, dovrebbe acquistare i terreni di Tor di Valle che, attualmente, sono in possesso della Eurnova di Parnasi. Il possibile acquisto, di cui si vocifera già da un anno, dovrebbe concretizzarsi presto perché il progetto ha avuto l’ok degli uffici tecnici e, la Sindaca Virginia Raggi, desidera che l’acquisizione sia fatta prima delle prossime elezioni amministrative. A ciò si aggiunge il fatto che l’attuale proprietario della Roma, James Pallotta, possa vendere la società sportiva in breve tempo.

Chi è Vitek

Vitek possiede una società immobiliare, la CPI che ha proprietà sparse in giro per l’Europa tra cui anche ville lussuose in Sardegna, sull’Isola della Maddalena. Il nuovo impianto sportivo dovrebbe essere realizzato sui terreni di Parnasi che è coinvolto nell’inchiesta correlata al nuovo stadio per la Roma. Qualche giorno fa, inoltre, altre otto persone sono state rinviate a giudizio: tra queste Camillo Mezzacapo, avvocato.

Vitek è il milionario di 50 anni che ha strette relazioni con la UniCredit. Proprio dalla banca ha acquistato un palazzo a Praga. Si ipotizza che qualche giorno fa, Vitek abbia incontrato i rappresentanti di Parnasi per formalizzare l’acquisto.

Come si legge su Fanpage, la rivista Forbes nel 2015 scriveva di lui:

“Il rapace del mattone Vitek volteggia sull’Italia alla ricerca della preda giusta da ghermire”.