Home News Quando cambiare il casco da bicicletta? Ecco come capirlo in poche mosse

Quando cambiare il casco da bicicletta? Ecco come capirlo in poche mosse

CONDIVIDI

Forse pochi lo sanno ma il casco da bicicletta (ma tutti in generale) è soggetto ad una vita tecnica ed usura. Ecco qualche piccolo consiglio per capire quando cambiare il casco, per tutelare la nostra incolumità.

casco da bicicletta

Valido strumento di protezione, spesso deriso ed ignorato, il casco da bicicletta è soggetto ad usura ed ha una vita tecnica. Forse pochi lo sanno ma tutti i caschi, non solo quelli per la bici, vanno periodicamente cambiati perché non sono eterni e se non sono perfetti, perdono totalmente di efficacia. Ecco qualche consiglio, valido per qualunque tipo di casco.

Quando cambiare il casco di protezione

La sicurezza è spesso sottovalutata e il mondo delle due ruote non fa eccezione. Dopo aver fatto controllare la bicicletta che sia in regolo scelto il modello più adatto, dobbiamo passare alle protezioni. Ma quando cambiare il casco? Dobbiamo tener conto di molti fattori:

  • età del casco: secondo i dati, la protezione fornita da quasi tutti i caschi, dura circa 2 anni se tenuti in condizioni ottimali senza cadute. Le schiume che lo compongono sono EPS & EPP e sono soggette al deterioramento dovuto a colpi(nel caso cadiate, cambiatelo immediatamente), esposizione ai raggi UV, sudore, ecc.
  • modo di conservazione: non sbattetelo ovunque, non accatastateci peso per periodi lunghi, oltre a deformare la schiuma, ridurrete la sua capacità protettiva. Conservatelo in un luogo asciutto e al riparo dal calore eccessivo, dal sole e dai raggi UV.
  • deve calzare perfettamente: esistono diverse taglie, scegliete quella più adatta alla vostra. Se non sarà perfettamente calzante non avrete piena sicurezza. Se non sarà comodo, potreste fermarvi per toglierlo per qualche istante, magari non allacciandolo correttamente oppure chiudendolo male.
  • fibbia di fissaggio funzionante: ovviamente il casco si deve poter fissare bene alla testa, altrimenti non serve a nulla. Le cinghie e il sottogola devono essere integri, non sfilacciati o tagliati. La fibbia deve chiudersi bene.
  • assenza o presenza di graffi, ammaccature o crepe: la presenza questi difetti sono indice di cattiva conservazione. Non sarete adeguatamente protetti, e nel dubbio di danneggiamento, scartate il casco. I test dimostrano che basta un singolo colpo per diminuire in modo drastico l’efficienza.