Home News Puccini, il concerto per le piante all’aperto: di cosa si tratta?

Puccini, il concerto per le piante all’aperto: di cosa si tratta?

CONDIVIDI

In pandemia delle piante saranno il pubblico stando in prima fila durante un concerto. Ascolteranno Puccini con la sua opera “I crisantemi”.

concerto piante pubblico

A causa della pamdemia covid 19, il teatro metterà tra gli spalti decine di piante che ascolteranno come pubblico un concerto. Assisteranno sentendo la famosa opera: “I Crisantemi” i Puccini. Succede in Spagna dove al “Concerto per il biocene” il 22 giugno vedremo al “Gran Teatre Liceu’”di Barcellona, come unici spettatori 2.292 piante. Verrà suonata “I Crisantemi” di Puccini, concerto che potremo ascoltare in streaming, mentre in sala ci saranno presenti molte piante.

Il concerto celebrativo

A causa della pandemia, abbiamo dovuto dire addio a molte manifestazioni, tra cui i concerti, per evitare ogni tipo di assembramento. Sono stati pertanto colpiti molti luoghi di cultura, teatri compresi. Per questo motivo a Barcellona il pubblico sarà sostituito dalle piante, che verranno poi donate a tutti coloro che sono stati impegnati durante la pandemia in prima linea. L’annuncio di quest’iniziativa è avvenuto tramite un tweet del teatro:

Eugenio Ampudia che ha organizzato l’evento, è sicuro che questo concerto sarà molto originale ed unico, lanciando nel contempo un forte messaggio sociale. La canzone scelta è molto evocativa e sarà eseguita da quartetto d’archi del ‘Gran Teatre Liceu’ di Barcellona. Il lockdown nel paese iberico è stato molto duro. La scelta dell’opera è molto evocativa: per un pubblico green. A Spiegare a scelta artistica è Liceu Víctor Garcia de Gomar, direttore artisticok:

“Con questa iniziativa il Liceu solleva molte domande sull’assurda situazione in cui si è trovata l’umanità durante questo isolamento: un pubblico privato della possibilità di essere pubblico.”

Per le persone ancora a casa, basterà collegarsi al sito dell’iniziativa, per poter accede alla diretta streaming, dando il nostro sostegno all’iniziativa, che potrebbe aiutare un settore molto in crisi soprattutto a causa della chiusura totale.