Home News Prodotto contaminato Conad ritirato dagli scaffali: presenza di Salmonella

Prodotto contaminato Conad ritirato dagli scaffali: presenza di Salmonella

CONDIVIDI

È stato indetto il ritiro dagli scaffali di un prodotto contaminato della Conad: le analisi hanno rilevato la presenza di Salmonella. Le informazioni utili.

prodotto contaminato Conad ritirato
Conad supermercato

Diramata la notifica del richiamo alimentare da parte del noto supermercato: ritirato dal commercio un noto prodotto contaminato della Conad.

Una nota urgente ha comunicato che questo alimento pericoloso sarebbe stato tolto dagli scaffali per preservare la salute dei consumatori.

Un’azione a scopo cautelativo poiché dalle analisi è risultata la presenza di un pericoloso ente microbico: la Salmonella.

L’infezione che questo batterio provoca può aggravarsi e causare non pochi disturbi.

Se avete già acquistato questo prodotto si consiglia di non mangiarlo, se lo avete accidentalmente già consumato contattate il vostro medico.

Di seguito tutte le informazioni utili per riconoscere il lotto contaminato e restituirlo.

Salame con Salmonella

L’amato supermercato italiano ha diramato la notizia del ritiro di un prodotto ritenuto pericoloso per la salute se consumato.

La Conad è sempre in allerta per assicurare ai suoi clienti il massimo della sicurezza sui prodotti da acquistare nei negozi della catena.

Le analisi effettuate sui campioni dell’alimento in questione hanno rivelato la presenza di Salmonella.

Il prodotto microbiologicamente contaminato già ritirato dagli scaffali di tutti i supermercati Conad è un lotto di Salame felino Igp Sapori & Dintorni.

Il salame è venduto in pezzi singoli e ogni unità ha un peso di circa 850g.

Di seguito alcune informazioni utili da sapere per riconoscere il salame contaminato:

  • il numero del lotto è EAN 2197460
  • il prodotto se acquistato può essere restituito in negozio

Si raccomanda ovviamente di non consumarlo e restituirlo al negozio Conad dove lo avete acquistato: non sarà necessario esibire lo scontrino che attesti l’acquisto del prodotto.

Nel caso in cui abbiate già acquistato il salame contaminato e lo abbiate anche già consumato fate attenzione ai sintomi da intossicazione: nausea, febbre, vomito e diarrea.

Contattate il medico o recatevi in ospedale specificando i dettagli della contaminazione per una guarigione più veloce se riscontrate questi sintomi.

LettoQuotidiano.it è stato selezionato nella nuova app di Google News. Per rimanere sempre aggiornato clicca qui e poi sulla stellina “Segui”