Home News Principe William, il trauma dopo la rivelazione di Lady Diana: “Aveva 6...

Principe William, il trauma dopo la rivelazione di Lady Diana: “Aveva 6 anni quando l’ha saputo”

CONDIVIDI

Essere principi non è sempre un privilegio. Lo dimostrerebbe il traumatico scontro con la realtà vissuto dal primogenito di Carlo e Lady Diana

Royal Family
La traumatica scoperta del principe William svelata da Andrew Morton

Lady D sognava una vita ‘normale’ per i suoi figli. William e Harry hanno vissuto i primi anni della loro infanzia nel guscio protettivo delle sue attenzioni, argine contro le insidie della fama che solo la sua morte ha infranto.

Una rivelazione traumatica

Ma c’è un momento preciso, a detta del biografo Andrew Morton, in cui il futuro da re avrebbe presentato un duro conto al primogenito di Carlo e Diana Spencer.

Si tratta dell’istante in cui il principe William ha scoperto che, un giorno, il posto sul trono d’Inghilterra sarebbe stato suo. Un sogno? Niente affatto. Secondo Morton, l’attuale duca di Cambridge avrebbe vissuto la rivelazione come un trauma.

Da bambino, William non sapeva di essere ‘diverso’ dai suoi coetanei. Avrebbe trascorso la sua tenera età avvolto nell’inconsapevolezza di essere un erede della regina, verità che gli si sarebbe presentata dinanzi appena iniziata la scuola.

Quando nonna Elisabetta è diventata ‘Sua Maestà’

Elisabetta II, ai suoi occhi ingenui e ancora acerbi, era sempre stata semplicemente “la nonna”. Nessuna formalità, nessun rigido protocollo. E forse la principessa del Galles avrebbe voluto che questo durasse per sempre.

Ma è arrivato il giorno in cui suo figlio ha scoperto di essere nobile. Non un nobile qualunque, ma il futuro sovrano del Regno. Oltre ad aver appreso la notizia dalla mamma, William ha dovuto confrontarsi con un diverso trattamento nella società.

I suoi compagni di classe avrebbero iniziato a rivolgersi a lui con una crescente distanza, sino a quella riverenza che la sua giovane età non avrebbe mai immaginato. In pochi attimi, la sua vita quotidiana all’insegna della normalità si sarebbe trasformata in un viaggio senza ritorno (e senza sconti) verso la corona.

Il destino di un principe del suo calibro è anche questo: il faccia a faccia con una vita che non è mai pienamente libera e indipendente. Il suo primogenito George, secondo quanto rivelato dal Mirror, si troverebbe nella sua stessa situazione. Ancora non sa di essere ‘speciale’ anche se, tra i banchi, lo chiamano ‘PG’ (Prince George).