Home Spettacolo Principe Carlo, l’assurda rivelazione sul cellulare durante il processo: colpa di Meghan...

Principe Carlo, l’assurda rivelazione sul cellulare durante il processo: colpa di Meghan Markle

CONDIVIDI

Nel corso del processo di Meghan Markle sono state fatte delle incredibile rivelazione sulla famiglia reale e in particolare su Carlo

Meghan Markle processo Principe Carlo

Meghan Markle sotto torchio, ma anche il Principe Carlo non viene risparmiato durante la diatriba tra la duchessa di Sussex e il Mail on Sunday!

Il processo di Meghan Markle

In questi giorni, a Londra, è in corso il processo che coinvolge la Meghan Markle e il Mail on Sunday. Oggetto della contesa è la privacy dell’ex attrice americana, violata, secondo la duchessa di Sussex, proprio dalla rivista.

Durante una testimonianza davanti alla corte, l’avvocatessa Jenny Afia ha citato una serie di aneddoti contenuti nel libro sulla famiglia reale “Finding Freedom”.

Nel dettaglio, la donna ha ripreso la parte del libro in cui si racconta di come Harry annunciò alla famiglia di essere diventato papà:

“Harry cominciò a messaggiare e a chiamare gli amici, la regina e il principe Filippo, il padre e il fratello…”

L’incredibile rivelazione sul Principe Carlo

Proprio su questa questione si inserisce la contestazione dell’avvocatessa, che ha pronunciato una frase che ha sorpreso molti sudditi:

“È risaputo che il principe del Galles non ha un cellulare.”

In effetti, il futuro re d’Inghilterra non ha il cellulare. Alla base di questa scelta ci sarebbe un vero e proprio rifiuto per il telefonino.

Il principe Carlo, inoltre, detesterebbe i selfie:

“È irritato moltissimo dalle persone che gli puntano contro i telefonini.”

Lo stesso Carlo, durante il Royal Tour in Australia, ha detto a una fan:

“Odio i selfie. Seriamente, devi perdere questa abitudine. So che sei giovane, ma i selfie non sono un bene. Fai una foto normale.”

Il punto è semplice: secondo i Windsor non è buona educazione guardare lo schermo quando si ha fronte la sovrana o il futuro re. Chissà se William, abituato a vivere in’epoca super tecnologica, la penserà allo stesso modo!