Home News Prezzo Petrolio e calo delle scorte: ecco cosa è successo

Prezzo Petrolio e calo delle scorte: ecco cosa è successo

CONDIVIDI

I prezzi del petrolio negli Stati Uniti si sono stabilizzati ai minimi in quasi un mese poiché le forniture e la produzione registrano un calo brusco ma temporaneo correlato all’uragano Laura.

prezzo petrolio

I contratti futures sul petrolio sono diminuiti, con i prezzi statunitensi che si sono stabilizzati ai minimi in quasi un mese, sotto la pressione di un forte, ma temporaneo calo delle forniture e della produzione di greggio interno, poiché la produzione nel Golfo del Messico vede una forte ripresa dall’uragano Laura.

Il calo dell’offerta da parte dell’Energy Information Administration è stato “non sorprendente”, poiché l’uragano Laura ha causato un

“prelievo maggiore di quanto previsto nelle forniture di greggio e benzina”,

ha sottolineato a MarketWatch Tariq Zahir, membro dirigente di Tyche Capital Advisors.

L’EIA ha riferito che le scorte di greggio degli Stati Uniti sono diminuite di 9,4 milioni di barili per la settimana terminata il 28 agosto, segnando un sesto calo settimanale consecutivo.

Ciò a confronto con una previsione media degli analisti intervistati da S&P Global Platts per un calo di 1,2 milioni di barili. L’American Petroleum Institute ha riportato martedì un calo di 6,4 milioni di barili.

Prezzo petrolio: in aumento le scorte di greggio

I dati EIA hanno anche mostrato che le scorte di greggio presso il centro di stoccaggio di Cushing, Oklahoma, sono aumentate di circa 100.000 barili per la settimana.

Anche la produzione totale di greggio statunitense è diminuita di 1,1 milioni di barili la scorsa settimana, attestandosi a 9,7 milioni di barili al giorno.

Il calo coincide con le chiusure delle uscite relative all’uragano Laura, che è atterrato sulla costa del Golfo degli Stati Uniti all’inizio del 27 agosto.

In questo contesto, il greggio West Texas Intermediate con consegna a ottobre CL.1, -0,70% CLV20, -0,70% è sceso di $ 1,25, o 2,9%, attestandosi a $ 41,51 al barile sul New York Mercantile Exchange.

Secondo i dati di FactSet, questo è stato il risultato più basso del primo mese dal 7 agosto. Il greggio Brent BRN00 di novembre, -0,95%, il benchmark globale, ha perso $ 1,15, o 2,5%, a $ 44,43 al barile su ICE Futures Europe.