Home News I prezzi del petrolio scivolano mentre le scorte segnalano una ripresa irregolare...

I prezzi del petrolio scivolano mentre le scorte segnalano una ripresa irregolare della domanda di carburante

CONDIVIDI

Il prezzo del petrolio oggi è tornato a perdere quota, sulla scia di quanto già accaduto durante l’ultima seduta della scorsa settimana.

prezzo petrolio

I futures sul petrolio sono scesi, riducendo i guadagni durante la notte, sull’onda delle preoccupazioni per la domanda di carburante dopo che i dati hanno mostrato che le scorte di greggio statunitensi sono aumentate la scorsa settimana, piuttosto che diminuire come previsto, e i casi di COVID-19 hanno continuato a crescere in tutto il mondo.

Prezzo Petrolio in discesa, ecco cosa sta succedendo

I futures CLc1 del greggio statunitense West Texas Intermediate (WTI) sono scesi di 20 centesimi, o dello 0,5%, a 37,85 $ al barile alle 0056 GMT, dopo essere saliti del 3,5% mercoledì.

I future LCOc1 del greggio Brent sono scesi di 14 centesimi, o dello 0,3% a 40,65 $ al barile, dopo essere saliti del 2,5% mercoledì.

Mentre i contagi sono aumentati in diversi Stati degli Stati Uniti, le scorte di greggio del paese sono aumentate di 3 milioni di barili nella settimana fino al 4 settembre, come hanno mostrato mercoledì i dati dell’American Petroleum Institute.

La US Energy Information Administration rilascerà i dati ufficiali dell’inventario settimanale più tardi giovedì, un giorno dopo il normale dopo la festa del Labor Day degli Stati Uniti.

Petrolio, l’offerta supera i consumi

I principali traders di materie prime stanno prenotando navi cisterna per immagazzinare petrolio greggio e gasolio sull’acqua, con un’offerta che supera i consumi, secondo fonti di scambio e dati di spedizione.

L’aumento delle scorte giunge prima della riunione del 17 settembre del pannello di monitoraggio del mercato dell’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) e degli alleati tra cui la Russia, nota come OPEC +.

“Questo problema sarà in primo piano … la prossima settimana, dove ci aspettiamo una dichiarazione forte che se i mercati continuano a indebolirsi, il gruppo di produttori sarà pronto a ridurre ulteriormente la produzione”,

hanno riferito gli analisti di Citi in una nota.