Home News Previsioni, allerta meteo in mezza Italia, preoccupazione soprattutto in Calabria

Previsioni, allerta meteo in mezza Italia, preoccupazione soprattutto in Calabria

CONDIVIDI

Le previsioni segnano pioggia in quasi tutta Italia con allerta rossa per tutta la costa ionica, 4 invece le zone arancioni.

previsioni
L’allerta meteo continuerà per tutto il weekend.

A causa dell’arrivo di un centro depressionario attivo è in arrivo sul mar Tirreno una forte condizione di instabilità meteorologica in tutto il sud Italia. Le previsioni di questo weekend, infatti, consegnano un’allerta rossa per le coste ioniche e diverse zone arancio.

Sarà un weekend all’insegna del maltempo in tutto il sud Italia

Non solo la giornata di oggi, sabato 21 novembre, ma anche domani ci saranno dei venti intensi in tutto il Meridione, con particolare preoccupazione per la Calabria. Inoltre ci sarà un drastico calo delle temperature in tutta Italia.

Previste forti raffiche di vento in tutti quadranti settentrionali

Proprio sulla base di queste previsioni, inoltre, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteo avverse, il quale integra ed estende il precedente. Quest’ultimo ha previsto per questa mattina un forte vento a burrasca nei quadranti settentrionali con raffiche previste in: Sardegna, Emilia- Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise e Campania.

Attualmente a destare maggiormente preoccupazione è la situazione della Calabria come predetto. Sulla “punta dello stivale”, infatti, sono previsti forti venti, accompagnati da raffiche di forte burrasca. Inoltre sarebbero previste forti mareggiate sulle coste.

Infine, nella predetta regione dovrebbero essere diffuse anche forti precipitazioni. Infine quest’ultimi dovrebbe essere accompagnati da rovesci di forte intensità, locale attività elettrica e forti raffiche di vento.

Per tutti questi motivi in Calabria è stata dichiarata l’allerta rossa. In particolare le zone particolarmente a rischio sarebbero il crotonese, l’area di Sibari, Marchesato e Sila. In quest’ultime città, infatti, si temono piogge di 100 o 200 mm, con forte rischio di incappare in frane, allagamenti e esondazioni dei corsi d’acqua. Infine sono diverse anche le zone arancio con Basilicata, Puglia e Campania e le gialle con Abruzzo, Molise, Marche, Lazio e le due isole.