Home Casi Donna uccisa e gettata in un canale a Prevalle: i sospetti ricadono...

Donna uccisa e gettata in un canale a Prevalle: i sospetti ricadono sull’amico

CONDIVIDI

Continuano le indagini sul caso di Jessica Mantovani, la 37enne trovata morta in un canale a Prevalle

prevalle

L’amico 51enne della vittima di Prevalle è accusato di omicidio e di occultamento di cadavere.

Le indagini

Il 51enne Giancarlo Bresciani è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Brescia, per il caso relativo alla morte di Jessica Mantovani.

La donna 37enne di Prevalle è stata trovata morta in una centrale idroelettrica del Comune, gettata in un canale dal suo assassino.

Giancarlo Bresciani era amico della vittima e sarebbe stato l’ultimo a vederla lo scorso 13 giugno 2019 nel corso di una serata trascorsa insieme. Dopo l’appuntamento, Jessica sarebbe sparita nel nulla.

Allarmato il padre di Jessica, che avrebbe immediatamente chiamato il Bresciani, manifestando la preoccupazione causata dal mancato rientro a casa della figlia:

È già andata via

avrebbe risposto il 51enne amico di Jessica. Dopo la conversazione, la chiamata del padre ai carabinieri e il ritrovamento del corpo della giovane donna a pochi chilometri dalla casa dove viveva nel comune di Villanuova sul Clisi.

La zona è stata recintata e raggiunta da vigili del fuoco, ambulanze, carabinieri della compagnia di Brescia, arrivati con i colleghi della Scientifica, e dal magistrato Gianluca Grippo. Il corpo è stato recuperato dai pompieri e ispezionato dal medico legale.

Giancarlo Bresciani è ora accusato di omicidio e occultamento di cadavere.

I risultati dell’autopsia

I risultati dell’autopsia hanno eliminato l’ipotesi del suicidio, escludendo la morta per annegamento; hanno invece evidenziato la presenza di una grossa ferita alla testa, che potrebbe essere la causa del decesso della 37enne.

Secondo gli investigatori, la ferita potrebbe essere stata provocata da un sasso su cui la vittima sarebbe atterrata dopo la caduta nel fiume; oppure potrebbe essere stata inflitta da qualcuno con l’intenzione di uccidere la vittima.

Rimane ancora da accertare il luogo dell’omicidio, in quanto non è detto che Jessica sia stata uccisa nello stesso posto dov’è stato ritrovato il suo cadavere.