Home News L’ex presidente Fifa Blatter ricoverato in ospedale: è grave

L’ex presidente Fifa Blatter ricoverato in ospedale: è grave

CONDIVIDI

Nonostante le gravi condizioni Blatter non sarebbe in pericolo di vita come confermato da sua figlia Corinna.

Blatter
Le condizioni dell’uomo starebbero lentamente migliorando.

Sarebbe stato ricoverato in ospedale d’urgenza l’ex presidente della Fifa Joseph Blatter. Nonostante le gravi condizioni in cui versa l’uomo però, egli sembrerebbe fuori dal pericolo di vita come ribadito anche da sua figlia Corinna.

Blatter starebbe lentamente migliorando le proprie condizioni di salute

“Mio padre è in ospedale. Migliora ogni giorno di più, ma ha bisogno di tempo e di riposo”.

La notizia, lanciata dal quotidiano svizzero Blick, ha fatto il giro del mondo rapidamente facendo preoccupare diversi fan del mondo del calcio. Nonostante ciò, vige ancora la massima segretezza riguardo i problemi di salute avuti dall’uomo.

L’uomo sta ancora scontando una sospensione dal mondo del calcio

Joseph Blatter, ormai 84enne, è da diverso tempo fuori dal mondo del calcio anche a causa di una sospensione che lo terrebbe escluso dal mondo della palla a spicchi per sei anni.

Nonostante ciò, l’ex presidente ha scritto una storia importantissima nel mondo del calcio, infatti sarebbe stato un uomo chiave nella Fifa per oltre trent’anni. Dal 1981 al 1998, infatti, sarebbe stato Segretario Generale.

Successivamente, dopo l’addio di Havelange, ha occupato il posto da numero uno dell’associazione per 17 anni dal ’98 al 2015. A costringere Blatter ad abdicare, come detto, fu un grosso scandalo di corruzione che colpì il calcio mondiale.

Una carriera a dir poco controversa quella dell’84enne che era assolutamente contrario alla moviola in campo. Oltre ad impedire l’introduzione di quest’ultima, fu lo stesso Blatter ad introdurre i 3 punti in caso di vittoria di una partita al posto dei 2 in vigore all’epoca.

Allo stesso modo però non sono mancate gaffe come la mancata consegna delle medaglie all’Italia nella vittoria del mondiale del 2006 o l’assegnazione dei mondiale in Russia e Qatar.