Home News Possibile alleanza Putin Erdogan dopo accordo Nagorno-Karabakh

Possibile alleanza Putin Erdogan dopo accordo Nagorno-Karabakh

CONDIVIDI

Putin ed Erdogan hanno stretto un accordo per il Nagorno-Karabakh. In futuro potrebbe nascere un’alleanza tra Turchia e Russia.

Putin Erdogan possibile alleanza

Tra Russia e Turchia è stato siglato un accordo per la pace in Nagorno-Karabakh, da tale accordo potrebbe nascere una futura alleanza tra Putin ed Erdogan.

Alleanza futura dopo l’accordo

Il conflitto in Nagorno-Karabakh è durato più di un mese, 45 giorni di combattimenti con coinvolgimento di innocenti hanno segnato questo conflitto.

Si vede in lontananza una possibilità di alleanza tra Putin ed Erdogan dopo l’accordo che hanno siglato Azerbaigian e Armenia.Sia Putin che Erdogan si sono posti come autorità garante dell’accordo di pace annunciato all’inizio della settimana.

Il capo della Russia, Vladimir Russia, ha fornito un’ipotesi durante un’intervista televisiva: un possibile riavvicinamento tra Russia e Turchia come accadde tra Germania e Francia dopo il secondo conflitto mondiale. Ha aggiunto che Russia e Turchia unite potrebbero essere una garanzia di sicurezza per stabilire una buon equilibrio nel Mar Nero. Con un’alleanza potrebbero insieme salvaguardare la sicurezza di quest’area.

Il presidente Putin ha anche espresso il suo più completo apprezzamento per quanto riguarda le operazioni cogestite in Siria con Erdogan: a sua detta è stata un’esperienza positiva.

Sembra proprio che, almeno da parte di Putin, ci sia un’apertura verso la Turchia. La volontà russa di stringere un rapporto di pace e collaborazione con Ankara sui temi di politica estera è chiaro.

Putin ed Erdogan, l’accordo per il Nagorno

Dopo gli scontri sanguinosi avvenuti in Nagorno-Karabakh si è giunti ad un accordo di pace grazie alla Russia e alla Turchia.

Se Putin sembra essere propenso a stringere un’alleanza con la Turchia dopo l’accordo di pace del Nagorno-Karabakh, anche Erdogan si dimostra ben preposto.

Il presidente turco Erdogan non intende perdere i benefici economici conquistati con l’accordo stretto con l’Occidente: il debito nazionale ne risentirebbe in modo negativo.

Sembra che la relazione di serenità e pace che scorre tra Turchia e Russia al momento sia dovuta alla Realpolitik. Si legge su Money.it che entrambe le potenze riconoscono in modo reciproco che giocano un ruolo fondamentale per stabilire e mantenere la pace nell’area del Mar Nero.

Tra i due capi di stato l’accordo di alleanza si sigilla con una semplice stretta di mano, un eloquente gesto di fiducia. Un gesto che entrambi sanno di non poter instaurare con altri leader europei o americani.