Home Consigli in Cucina Polpettone di verdure: ricetta vegetariana facilissima e gustosa

Polpettone di verdure: ricetta vegetariana facilissima e gustosa

CONDIVIDI

Polpettone di verdure, una ricetta estiva, gustosa e prelibata.

polpettone di verdure vegetariano – iStock

Con l’arrivo della stagione estiva è importante deliziare le papille gustative e concedersi un piatto sprint, sfizioso, gustoso e assolutamente versatile.

Il polpettone di verdure è una validissima alternativa ad un secondo piatto di carne: ricco di sali minerali e vitamine, questo piatto mette d’accordo tutti, sia grandi che piccini.

Scopriamo in questa guida di Letto Quotidiano come si prepara il polpettone di verdure e quali sono gli ingredienti principe.

Polpette di verdure: ingredienti e preparazione

Per i vegetariani il polpettone di verdure è un validissimo piatto unico o secondo da gustare in alternativa al “classico” polpettone di carne.

La ricetta del polpettone di verdure è molto semplice e versatile: niente carne e niente pesce, ma solo ortaggi dell’orto, uova, pane grattato e formaggio.

L’aspetto del polpettone è solido e compatto e gli ortaggi e la ricotta ne esaltano il buon gusto e la delicatezza.

Ingredienti:

  • 500 g di patate
  • due zucchine
  • una carota
  • un ciuffo di spinaci
  • una cipolla
  • 30 g di ricotta
  • un uovo
  • pangrattato
  • sale
  • pepe
  • olio extra vergine.

Preparazione

Lessare le patate per 40 minuti in abbondante acqua in ebollizione.

Mondare le verdure e ridurre a dadini carota e zucchine.

Rosolare la cipolla con 4 cucchiai di olio; aggiungere le verdure, salare e cuocere per 20 minuti. Tritare il tutto.

Ridurre le patate in purè, unire l’uovo, il tuorlo, la ricotta e un pizzico di timo, le verdure, il pangrattato, sale, pepe e mescolare tutto il composto.

Una volta pronto, trasferire in una teglia rivestita con carta da forno, formare il polpettone.

Spolverizzare con il pangrattato e cuocere in forno caldo a 180°C per 35 minuti.

Servire il polpettone di verdure a fettine, insieme ai pomodorini tagliati a spicchi e conditi con olio extravergine di oliva e sale.

Polpettone alla ligure, una valida alternativa al polpettone di verdure

Una pietanza semplice e gustosa che ha tutto il sapore della Liguria è il polpettone alla ligure, una valida variante culinaria del polpettone di verdure.

Il polpettone alla ligure viene preparato con verdure ed aromi profumati che rendono la pietanza squisita e prelibata.

Ingredienti

  • 1 kg patate
  • 500 g fagiolini
  • 150 g Parmigiano grattugiato
  • 2 Uova
  • Sale e pepe q.b.
  • Pangrattato q.b.
  • Maggiorana q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Per la preparazione del polpettone alla ligure è necessario mettere a bollire le patate finché risulteranno morbide.

Sbollentare i fagiolini, tagliare a pezzetti e versarli in una ciotola capiente: aggiungere anche le patate ridotte in purea, il parmigiano grattugiato e le uova leggermente sbattute con sale e pepe.

Versare la maggiorana e trasferire il composto su una pellicola dando la forma del polpettone. Chiudere a forma di caramella e mettere in frigo.

Leggi anche: polpette di zucchine vegetariane

Togliere la pellicola e metterlo in forno a cuocere a 180 gradi per circa un’ora, finché sarà dorato. Servire a tavola tiepido.

Buon appetito!

LettoQuotidiano.it è stato selezionato nella nuova app di Google News. Per rimanere sempre aggiornato clicca qui e poi sulla stellina “Segui”

Polpettone di verdure: le origini e la storia

Il polpettone ha origini contadine, essendo preparato con gli avanzi del giorno e servito come secondo piatto o come piatto unico, a seconda della presentazione e dell’occasione.

Per chi ama le famose polpette, il termine polpettone deriva da paupière, ossia “palpebra”, mentre altri ritengono che la parola “polpettine” faccia riferimento alla piccola quantità di polpa, in genere di vitello o di prosciutto.

Quello che è certo è che il termine “polpetta” è citato per la prima volta nel ricettario italiano della metà del Quattrocento, scritto da Mastro Martino, che sancisce la paternità italiana di questa preparazione culinaria.

A partire dalla seconda metà del XVI secolo le polpette, in diverse varianti sempre più elaborate, sono diventate le protagoniste indiscusse di vari ricettari.

Nella preparazione del polpettone e delle polpette, tra la metà del Seicento e il Settecento, si sancisce il trionfo della base di carne trita e gli chef cominciano a sperimentare diverse tipologie di impasti.

Nella preparazione dei polpettoni si possono usare: cipolla, parmigiano grattugiato, scalogno, erbe aromatiche, aglio, maggiorana, finocchio, etc.