Home News La Polizia nomina per la prima volta un vice capo donna

La Polizia nomina per la prima volta un vice capo donna

CONDIVIDI

Il Consiglio dei Ministri avrebbe scelto come nuovo vice capo della Polizia il prefetto Maria Luisa Pellizzari.

Polizia
La Pellizzari è stata scelta grazie a suoi 25 anni di onorata carriera.

Maria Luisa Pellizzari è il nuovo vice capo della Polizia. Un evento da segnale in quanto il prefetto risulta essere la prima donna nella storia a ricoprire tale incarico. Una nomina voluta fortemente dal Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e dal capo della Polizia Franco Gabrielli.

Il nuovo vice capo era stata la prima a dirigere il Servizio centrale operativo

Un grande traguardo per la Pellizzari quindi, ma di certo non il primo. Il nuovo vice capo della Polizia, infatti, è stata persino la prima donna a dirigere il Servizio centrale operativo, l’eccellenza investigativa del Corpo di Polizia.

Nella sua carriera la Pellizzari ha spesso fronteggiato le mafie

La donna, la quale, prima di accettare l’incarico era alla guida degli istituti di istruzione, ha lavorato ben 25 anni al servizio dell’arma. In buona parte della sua carriera, inoltre, Pellizzari ha combattuto la criminalità organizzata.

Anche durante il suo periodo alla guida del Servizio centrale operativo, l’impegno della poliziotta è stato rivolto soprattutto alla lotta alle mafie. Una carriera già notevolmente brillante quindi per la 61enne padovana laureata in giurisprudenza.

Il prefetto, inoltre, sarebbe entrata nel corpo di Polizia nel 1985, tramite la vittoria in un concorso per la ricerca di un vice commissario. Una partecipazione della donna resa possibile grazie all’introduzione della legge 121 di quattro anni prima che consentiva la partecipazione alle ragazze.

Infine, il primo carico operativo assegnato alla Pellizzari fu a Roma, dove divenne la dirigente della sezione criminalità extracomunitaria della squadra mobile della capitale.

Successivamente, dopo 3 anni intensi alla direzione della Criminalpol del Lazio, nel 1992, la poliziotta passa alla Dia. Qui ci resterà 9 anni prima di tornare nuovamente in Polizia come direttore della seconda divisione del Servizio centrale operativo.