Home Consigli in Cucina Pizza che non lievita. Il trucco del pizzaiolo per rendere il tuo...

Pizza che non lievita. Il trucco del pizzaiolo per rendere il tuo impasto perfetto

CONDIVIDI

L’impasto della pizza non lievita bene? Le regole da seguire per una buona lievitazione, consigli utili e trucchi per non fare errori.

impasto per la pizza

Preparare l’impasto della pizza a casa vostra non è difficile ma nemmeno così intuitivo:questo perché i processi chimici della fermentazione sono fragili e potreste commettere dei piccoli errori senza saperlo compromettendo il risultato finale!

Un pizza che non lievita bene risulterà poi indigesta, ci sono delle accortezze che potrete adottare per evitare di combinare pasticci!

Vi è già successo di fare la pizza e fallire ottenendo un impasto non lievitato? Non preoccupatevi vi illustreremo le regole base da seguire per una pizza ben lievitata e degli utili consigli per non sbagliare il procedimento!

Ecco cosa fare e cosa non fare per fare una pizza che lievita nel modo giusto!

Cosa aiuta la pizza a lievitare bene?Regole da seguire

I fattori che influenzano la lievitazione dell’impasto sono molti e tutti concorrono a realizzare una buona e digeribile pizza fatta in casa:

  • Materie Prime: la farina e il lievito devono essere di prima qualità e adatte alla preparazione della pizza.
  • Lievito: usate il lievito di birra fresco o disidratato facendo attenzione alla conservazione e alla data di scadenza
  • Quantità: troppa acqua renderà l’impasto umido e ostacolerà la lievitazione mentre troppa farina lo renderà duro da maneggiare. Meno lievito userete e più riposo richiederà l’impasto per fermentare a riposo.
  • Liquidi: usate acqua a temperatura ambiente o leggermente tiepida. Se l’acqua é troppo fredda ritarderà la lievitazione mentre se troppo calda ucciderà i batteri del lievito impedendone l’attivazione.
  • Temperatura durante le fasi di lievitazione: lasciate lievitare l’impasto a temperatura ambiente o leggermente calda (max 30°) mentre lo lavorate fino a che non sarà liscio ed elastico. Riponetelo poi in frigorifero a riposare le ore necessarie per completare la lievitazione. Lasciatelo “scaldare” a temperatura ambiente fuori dal frigo prima di modellarlo con le mani.
  • Tempi di lievitazione: non siate frettolosi, lasciate all’impasto il tempo necessario per lievitare completamente così da ottenere una pizza digeribile.
  • Tempi di lavorazione: lavorate la pasta per il tempo richiesto dalla ricetta. Se impasterete troppo la pasta sarà dura e poco elastica, incapace di espandersi. Se impasterete troppo poco non permetterete al lievito di distribuirsi ovunque.
  • Sale: é fondamentale perché fa sviluppare di glutine e le proteine necessarie a rendere l’impasto elastico e ben maneggiabile.

Per un buon risultato: cosa non fare!

Seguite le quantità della ricetta non cambiatele: se durante l’assemblaggio degli ingredienti vi accorgete di aver sbagliato le dosi rimediate subito prima che sia troppo tardi!

Non siate frettolosi: l’impasto della pizza necessita di precise ore di lievitazione e lavorazione, accorciando i tempi lieviterà male e risulterà indigesto. Rispettate le tempistiche indicate nella ricetta.

Non aggiungete troppo sale all’impasto: una dose eccessiva uccide i batteri del lievito impedendo la fermentazione, meglio salare un po’ di più il condimento della pizza che rischiare una pasta non digeribile!

Non unite il sale direttamente al lievito o bloccherete la lievitazione!

Cercate di non lavorare l’impasto per troppo tempo, ma nemmeno per troppo poco! Trovate il giusto equilibrio osservandone la consistenza: dovrà essere liscio, omogeneo e gonfio.

I trucchi del pizzaiolo per non sbagliare

Vediamo alcuni trucchi da pizzaiolo per preparare la pizza perfetta e super digeribile!

  • Ciotola per la lievitazione: utilizzate una ciotola dai bordi alti piuttosto che una teglia così l’impasto crescerà in altezza.
  • Lievito mal conservato oppure scaduto non é più attivo quindi non farà lievitare l’impasto.
  • L’impasto a fine lavorazione dovrà essere liscio ed elastico per essere pronto a riposare e completare la lievitazione.

Il consiglio più importante? Non abbiate fretta, lavorate l’impasto a sufficienza e lasciatelo riposare il tempo necessario per sfornare una pizza gustosa e digeribile.

Buona preparazione!