Home Spettacolo Pier Silvio Berlusconi, l’addio ai due figli di famiglia: “Questa è casa...

Pier Silvio Berlusconi, l’addio ai due figli di famiglia: “Questa è casa vostra”

CONDIVIDI

Addio a due figli di famiglia: le parole nell’annuncio straziante di Pier Silvio Berlusconi. Ecco cosa accade in Mediaset.

Un annuncio che abbiamo ascoltato già negli ultimi giorni e che ora si concretizza ulteriormente, con le parole di Piersilvio Berlusconi che ha dato l’ultimo saluto a due ‘figli’ tanti amati.

Piersilvio Berlusconi dà l'addio ai suoi figli mediatici
Pier Silvio Berlusconi – amministratore delegato Mediaset

Parliamo di Ficarra e Picone, i quali – come saprete – non condurranno più il TG satirico di Antonio Ricci.

In molti si sono chiesti quali fossero le motivazioni che hanno spinto il duo comico a dire addio al programma, dopo 15 anni. E, pare, che qualcosa sia trapelato…

Pier Silvio Berlusconi, l’addio a due figli di famiglia

Pier Silvio Berlusconi ha inviato un messaggio d’addio a Ficarra e Picone che, negli scorsi giorni, hanno rivelato ai loro fan di aver terminato la loro esperienza a Striscia la Notizia.

Per questo, l’amministratore delegato di Mediaset ha rivolto loro un ultimo messaggio di stima ed affetto in una nota inviata alla stampa:

A Salvatore e Valentino vanno tutto il nostro affetto e la nostra stima. Mediaset è casa vostra: oltre all’auspicio e al desiderio di rivedervi a “Striscia”, appena sarete pronti con nuovi progetti non vediamo l’ora di lavorare ancora insieme“.

Ficarra e Picone, perché sono andati via da Striscia la Notizia?

Questa è la domanda che molti fan del duo comico palermitano si sono posti negli ultimi giorni, da quando hanno appreso che Ficarra e Picone non avrebbero più condotto il TG satirico di Antonio Ricci.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ficarraepicone (@ficarraepicone)


La risposta pare rintracciarsi nella scarsa evoluzione della loro carriera a Mediaset.

Nel dettaglio, secondo quanto si può leggere da diverse fonti in rete, pare che la motivazione sia legata al fatto che, nonostante i due fossero stati in grado di costruire una carriera molto solida, in ambito cinematografico, non hanno visto evolvere il loro ruolo nell’azienda di Berlusconi.

Il tutto alla luce degli incassi della loro ultima apparizione cinematografica che è stata accolta positivamente dal pubblico.