Home Spettacolo Pierluigi Diaco, incidente prima della diretta: “Mi sono fatto male”

Pierluigi Diaco, incidente prima della diretta: “Mi sono fatto male”

CONDIVIDI

Il celebre presentatore di Io e Te confessa i retroscena dell’incidente che lo ha coinvolto nei giorni scorsi e che gli ha provocato delle ferite

Pierluigi Diaco incidente

Pierluigi Diaco si rivela sull’incidente dei giorni scorsi nel corso dell’ultima puntata in diretta di Io e Te, vediamo quali sono state le sue parole!

L’incidente di Pierluigi Diaco, le sue condizioni

Nei giorni scorsi, Pierluigi Diaco è stato coinvolto in un incidente, di cui si sono visti gli effetti in diretta nel corso di Io e Te.

Il conduttore della trasmissione ha raccontato i retroscena del suo incidente, che gli ha provocato delle ferite. Si tratta di un incidente domestico avvenuto nel giardino del presentatore italiano.

Non appena collegato con i suoi amati telespettatori di Io e Te, Diaco ha confessato immediatamente di essere stato protagonista di tale incidente.

Le scuse in diretta del conduttore

Lo speaker radiofonico ha rivelato di essersi fatto male a un dito mentre stava facendo giardinaggio e che, per questo motivo, avrebbe indossato un enorme cerotto durante tutta la trasmissione di Rai 1.

Diaco si è scusato per la presenza del già citato cerotto sul suo dito, che avrebbe distratto sicuramente di tanto in tanto i telespettatori.

Un fatto che i telespettatori gli hanno perdonato visto l’eccellente lavoro che sta svolgendo quest’anno all’interno del programma quasi giunto al termine.

Ecco le parole con cui il noto volto televisivo si è rivolto ai telespettatori:

“Mi scuso con i telespettatori, ma ieri mi sono fatto male mentre facevo giardinaggio. Oggi ho il dito incerottato, quindi dovrete vedere questo enorme cerotto!”

Niente di grave per fortuna per Pierluigi Diaco, che, simpaticamente, è stato definito “mani d’oro” da Katia Ricciarelli, come a dire che si tratti di qualcosa che può assolutamente capitare a una persona come lui, che non sta mai ferma.