Home Cronaca Picchiata a sangue dai genitori, si lamenta: con un antidolorifico la zittiscono...

Picchiata a sangue dai genitori, si lamenta: con un antidolorifico la zittiscono ma lei non si sveglia più

CONDIVIDI

Una sorte davvero tristissima quella di una bambina di due anni picchiava violentemente dai genitori. Per calmarle le danno un antidolorifico che le provoca la morte

Bimba uccisa dai genitori
Bimba di due anni prima picchiata, poi avvelenata con il sonnifero

Come si può picchiare una bambina di due anni? Purtroppo casi di violenza così estremi sono sempre più frequenti. Il caso di questa piccolina di due anni fa venire i brividi. Sul corpo della creatura, segni di violenze su tutto il corpo, così i suoi genitori, per evitare guai con la legge, hanno deciso di ucciderla. Unico errore di questa piccina? Essere figlia di due squilibrati.

La uccidono con l’antidolorifico dopo averla picchiata

La figlia della 26enne Abigail Leatherland e il compagno 31enne Thomas Curd ha purtroppo avuto un tragico destino: i due hanno ucciso la figlia di lei di appena 2 anni nel loro appartamento Liskeard, in Cornovaglia.

La coppia da tempo picchiava la piccola e aveva deciso di somministrarle delle dosi massicce di antidolorifico per evitare di sentire i suoi pianti e le due grida di dolore.

I due hanno chiamato i soccorsi dicendo che la bambina era come svenuta, i paramedici hanno provato a rianimarla ma per lei non c’è stato nulla da fare.

La morte della piccola

La bambina, secondo il risultato degli esami sul suo corpicino hanno mostrato evidenti segni di fratture e traumi. La figlia dei due assassini aveva il cranio fratturato e le costole rotte, il fegato danneggiato e numerose altre lesioni alle ossa.

Quello l’ha stroncata è stata la codeina: un potente antidolorifico che non va somministrato ai più piccoli. Il motivo di tale somministrazione? I genitori non volevano più sentire i suoi lamenti.

Ovviamente i genitori hanno negato le accuse. I due sono entrambe in carcere e in attesa di processo.