Home Cronaca Piacenza, 42enne annega per salvare il suo cane: tragedia nel Po

Piacenza, 42enne annega per salvare il suo cane: tragedia nel Po

CONDIVIDI

Una storia di amore estremo tra un cane ed il suo padrone, un 42enne morto dopo essersi tuffato nel Po per salvarlo. Ecco cosa è accaduto a Piacenza

padrone salva il cane ma muore annegato
cane- Pixabay

I sanitari accorsi sul posto non hanno potuto salvare il 42enne morto nel tentativo di salvare il suo cane dalle acque del fiume Po.

Si tuffa per salvare il cane: cosa è accaduto a Piacenza

Un tragico incidente a cui nessuno poteva pensare, avvenuto ieri pomeriggio a Piacenza dove un uomo ha perso la vita nel Po.

Si era tuffato per soccorrere il suo cane scivolato nel fiume, ma il destino è stato impietoso: l’uomo non è infatti riuscito a tornare a riva da solo ed è andato a fondo nelle acque del fiume.

Sul posto sono arrivati subito carabinieri e sanitari del 118 chiamato dagli amici del 42enne di origine rumena che hanno anche provato a salvarlo, inutilmente.

Vivo il cane ma per il padrone i soccorsi sono stati inutili

Secondo le prime ricostruzioni il 42enne intorno alle 17.30 di domenica 9 agosto stava passeggiando lungo il fiume Po in compagnia della moglie.

Non si conoscono ancora le cause ma quando il cane della coppia è finito in acqua sotto il ponte della ferrovia di Piacenza il padrone non avrebbe esitato a tuffarsi.

L’uomo è riuscito a mettere in sicurezza il cane ma è finito sott’acqua e nemmeno l’intervento di alcuni amici è valso a salvarlo come riporta Tgcom24.

I sanitari accorsi immediatamente assieme a Vigili del Fuoco e carabinieri dopo aver recuperato l’uomo dall’acqua hanno provato ad effettuare a lungo le manovre di rianimazione tra cui il massaggio cardiaco:  l’uomo purtroppo è morto in pronto soccorso dopo la corsa in ambulanza.

I carabinieri del comando di Piacenza sono ora all’opera per cercare di ricostruire la dinamica del tragico incidente.

La comunità è profondamente commossa per l’accaduto.
Un fatto non raro quello di un salvataggio in acqua che finisce in tragedia ma con un fattore diverso dai soliti: l’uomo si è sacrificato per salvare il suo adorato amico a quattro zampe.