Home Salute & Benessere Pesticidi su frutta e verdura? Come evitare di portarli in tavola

Pesticidi su frutta e verdura? Come evitare di portarli in tavola

I Pesticidi su frutta e verdura non si eliminano del tutto passandoli sotto l’acqua corrente, non è sufficiente per liberarli da tutti i pesticidi che li ricoprono.

Ti piace mordere una mela o spiluccare l’uva? Se non li compri biologici, puoi essere sicuro che, se non li hai puliti con cura, la tua frutta è ricoperta da strati di pesticidi. Soprattutto mele e uva che, come le pesche, sono tra i frutti più contaminati chimicamente.

Ci sono fortunatamente dei frutti come: melone, anguria, kiwi e mango, che  sono molto meno colpiti dall’abuso di pesticidi. Per essere sicuri della vostra frutta e verdura, è meglio lavarla prima di mangiarla. Ma attenzione: non basta lavarli sotto l’acqua corrente per essere certi che non  contengano pesticidi..

Pesticidi su frutta e verdura: come eliminarli?

Non occorre usare il sapone per lavare la frutta e la verdura. Al contrario usare aceto, succo di limone, bicarbonato di sodio o sale grosso sono molto utili se si vuole rimuovere i pesticidi.

Per farlo dovrete immergerli in una bacinella pulita o in un lavandino con una percentuale del 90% di acqua fresca e 10% di aceto o succo di limone per circa mezz’ora.

Se scegliete il sale grosso o il bicarbonato, basteranno 2 cucchiai per litro d’acqua. Potete optare anche per un metodo più forte,  mescolando sale e limone, o aceto e bicarbonato per una pulizia profonda.

Nel caso di frutta e verdura con la buccia spessa come mele, pesche, patate o cetrioli, se si vuole mangiare la buccia, si consiglia di strofinarla sotto l’acqua dopo 30 minuti di ammollo con una spazzola per verdure o una spazzola per unghie.

Assicurati di sciacquare bene la frutta e la verdura con acqua pulita per assicurarti che non rimanga dello sporco. Poi asciugatela con un panno pulito. Con questa tecnica, avrete eliminato il 70% dei pesticidi dalla vostra frutta e verdura.

Non tutti i frutti possono essere lavati

Piccoli frutti di bosco come fragole e mirtilli , che purtroppo sono tra i frutti più colpiti dai pesticidi , non sopportano di essere messi a bagno nell’acqua.

La loro pelle è troppo sottile per essere impermeabile, assorbono l’acqua molto rapidamente. Per gustarli senza ingerire troppi pesticidi, è fondamentale sceglierli biologici.

I frutti biologici più costosi sono anche più gustosi. Acquista solo la quantità necessaria e mangia i tuoi frutti biologici subito dopo l’acquisto: senza conservanti, si deteriorano più velocemente.