Home News Pesaro, arrestata la nonna stalker: tra minacce di morte e dispetti

Pesaro, arrestata la nonna stalker: tra minacce di morte e dispetti

CONDIVIDI

Una signora anziana seminava il terrore nel suo condominio di Pesaro. La stalker è stata arrestata per minacce.

pesaro

Pesaro: il Pm ha affermato che la donna è malvagia

Terrore a Pesaro in un condominio a causa di una nonna stalker

In un condominio di Pesaro gli abitanti non riuscivano più a dormire sonni tranquilli a causa di una signora anziana che seminava il terrore. La donna, minacciava le vicine di casa di morte ogni giorno, tanto che queste ultime vivevano nell’angoscia di essere, un giorno, ammazzate davvero.

Le minacce andavano avanti da diversi anni, tanto che la signora 77enne, era stata ribattezzata dall’intero condominio: nonna stalker. La donna è stata arrestata benché invalida. Residente a Ginepro, la donna non ha avuto più scampo. A convincere il Gip, il Pm.

Arresti domiciliari sì ma a 10 chilometri da casa

Per la nonnina sono stati disposti gli arresti domciliari a 10 chilometri dal condominio che ha terrorizzato. Come si legge da Il Resto del Carlino, il Pm ha descritto la donna come malvagia e soprattutto che non mostra alcun segno di pentimento per gli atti commessi.

A subire lo stalking della donna sono state soprattutto due condomine madre e figlia. In particolare, le violenze psicologiche sarebbero state fatte tra il 2017 ed il 2019. Le due donne ricevevano soprattutto minacce di morte ma anche sfregi di ogni tipo come, ad esempio, il lancio da parte della nonna stalker di spazzatura e mozziconi di sigaretta accesi. In un’occasione ha persino incendiato un capanno.

A costituirsi parti civili le vittime che si sono visti riconosciuti lo stalking condominiale. Ammonta a 40 mila euro il risarcimento danni chiesto dai condomini. Questi ultimi hanno dichiarato:

”Ora che quella donna è stata mandata via da questa casa speriamo che l’inferno sia finito. Attendiamo l’esito del processo ma ci auguriamo di non vivere più gli incubi passati“.