Home Cronaca Perugia, 12enne va in ospedale per un mal di pancia: i medici...

Perugia, 12enne va in ospedale per un mal di pancia: i medici scoprono che è incinta

CONDIVIDI

Il caso di una dodicenne, recatasi in ospedale a Perugia per un mal di pancia, e la scoperta della gravidanza

perugia

Dodicenne ricoverata per un mal di pancia a Perugia. I medici scoprono che è incinta.

Il ricovero in ospedale

Si era recata in ospedale perché avvertiva delle fitte allo stomaco, e non vedendole passare, aveva deciso di farsi accompagnare dal fratello maggiore in ospedale.

Ed è nel nosocomio umbro che i medici hanno scoperto quello che la dodicenne non sembrava sapere: la ragazza era incinta, al settimo mese di gravidanza.

Come evidenzia anche Today.it, la 12enne, originaria dell’est Europa, è arrivata in Italia circa una settimana fa. La madre è rimasta in Romania, mentre la ragazzina è stata affidata agli zii, che vivono proprio a Perugia, e al fratello maggiore.

Una volta arrivata in ospedale, i medici del nosocomio di Perugia hanno effettuato degli accertamenti. Immediatamente si è scoperto che la dodicenne è in avanzato stato di gravidanza.

Procura apre un’indagine

Il sostituto procuratore di Perugia, Flaminio Monteleone, ha deciso per l’affidamento della dodicenne ai sanitari della struttura ospedaliera, almeno fino a che non si riesca a capire se quella gravidanza sia frutto di una violenza non denunciata.

I medici dell’ospedale, vista anche la giovanissima età della paziente, una volta scoperta la gravidanza, hanno allertato immediatamente forze dell’ordine e magistratura. Le indagini mirano ad accertare se la dodicenne sia stata vittima di violenza, anche tra le mura domestiche, o se la gravidanza sia frutto di un rapporto consenziente e non protetto con un suo coetaneo.

Il lavoro dei magistrati si concentrerà sulla storia familiare della ragazza e sul suo arrivo in Italia, nonostante la permanenza della madre in Romania. Bisognerà capire se davvero la 12enne non fosse a conoscenza della sua gravidanza o se qualcuno l’abbia costretta a mentire.