Home Salute & Benessere Perché vengono i crampi ai muscoli? Le vere cause di questo fastidio

Perché vengono i crampi ai muscoli? Le vere cause di questo fastidio

CONDIVIDI

Nella maggior parte dei casi, non esiste una causa sottostante e il motivo per cui si verificano i crampi non è chiaro

Crampi, il vero motivo

Crampi: si pensa che siano causati dall’affaticamento muscolare e dalla disfunzione nervosa, ma non è chiaro esattamente come avvengano.

È stato suggerito che il modo in cui dormiamo, con il piede disteso e i muscoli del polpaccio accorciati, possa innescare crampi notturni.

Un’altra teoria è che tale condizione sono più probabili al giorno d’oggi, poiché le persone non si accovacciano più, una posizione che allunga i muscoli del polpaccio.

L’esercizio fisico è un fattore. Lo stress o l’uso di un muscolo per un lungo periodo può scatenare un crampo alle gambe durante o dopo lo sforzo.

I crampi: chi colpiscono di più?

I crampi colpiscono spesso gli atleti, soprattutto all’inizio di una stagione, se il corpo è fuori condizione. Il danno ai nervi può avere un ruolo.

Si ritiene che la disidratazione abbia un ruolo. Gli atleti che si allenano intensamente nella stagione calda spesso soffrono di crampi.

Tuttavia, mancano prove per confermarlo e la teoria è stata contestata. Dopotutto, anche gli atleti che giocano in climi freddi soffrono di crampi.

A volte i crampi alle gambe sono causati da una condizione, situazione o attività sottostante.

Altre condizioni che possono causare crampi sono:

  • morbo di Addison
  • abuso di alcool
  • cirrosi
  • diarrea
  • piedi piatti
  • chirurgia di bypass gastrico
  • ipotiroidismo o tiroide ipoattiva
  • insufficienza renale cronica
  • Ipocalemia
  • emodialisi
  • diabete di tipo 2
  • trattamento per il cancro
  • avvelenamento da piombo
  • sarcoidosi, una malattia in cui piccole crescite o noduli producono infiammazione o gonfiore dei tessuti in qualsiasi parte del corpo
  • affaticamento muscolare
  • malattia vascolare e insufficienza venosa
  • problemi ai motoneuroni
  • controllo delle nascite orale
  • morbo di Parkinson
  • malattia dell’arteria periferica (PAD)
  • gravidanza, soprattutto nelle fasi successive
  • uso di alcuni farmaci, tra cui saccarosio di ferro per via endovenosa, estrogeni coniugati, naprossene, raloxifene e teriparatide

I crampi sono stati collegati agli squilibri dell’elettrolisi, ma la ricerca non ha supportato queste teorie.

Le persone anziane hanno maggiori probabilità di sperimentare questi fastidi alle gambe.

La perdita muscolare inizia dalla metà degli anni ’40 e aumenta se la persona non è attiva. Ciò aumenta il rischio di sentire questo dolore.

Si ritiene che tra il 50 e il 60 percento degli adulti e il 7 percento dei bambini sperimentino questo fastidio e la probabilità aumenta con l’età.