Home News Pensioni luglio 2020 anticipate e con sorpresa calendario di Poste Italiane

Pensioni luglio 2020 anticipate e con sorpresa calendario di Poste Italiane

CONDIVIDI

Poste Italiane ha annunciato che le pensioni per luglio 2020 saranno pagate in anticipo per qualcuno e ci sarà una ‘sorpresa’. Ecco il calendario dei pagamenti.

poste italiane

L’assegno delle pensioni di luglio 2020 conterrà, per i pensionati ultra sessantaquattrenni potrebbero percepire la quattordicesima.

Una gradita sorpresa

Le pensioni di luglio 2020 conterranno al loro interno una sorpresa per i pensionati ultra 64 enni ed un reddito totale fino ad un massimo di due volte il trattamento minimo. Si tratta della quattordicesima mensilità.

La quattordicesima mensilità ha un importo che cambia a seconda del trattamento. Non bisogna fare domanda ma il denaro verrà accreditato direttamente sul conto. I 64 anni sono requisito imprescindibile.

Anche per il mese di luglio, come è accaduto dall’inizio dell’emergenza sanitaria, Poste Italiane ha comunicato che le pensioni saranno pagate in anticipo. I pagamenti avverranno secondo un calendario ben preciso. In particolare, chi è titolare di carte Postamat, Carta Libretto e Postepay Evolution non devono recarsi allo sportello per prelevare i contanti (fino ad un massimo di 7000 euro). I pensionati vedranno l’accredito delle loro pensioni a partire dal 24 luglio.

Riscossione allo sportello

Chi non è titolare delle carte sopra indicate, oppure vuole recarsi comunque allo sportello, dovrà rispettare un calendario creato sulla base dell’alfabeto, per evitare sovraffollamenti agli sportelli.

  • 24 giugno: i cognomi che iniziano per A e per B
  • 25 giugno: i cognomi che iniziano con C e D
  • 26 giugno: i cognomi dalla E alla K
  • 27 giugno: i cognomi dalla L alla O
  • 29 giugno: i cognomi dalla P alla R
  • 30 giugno: i cognomi dalla S alla Z.

Una volta allo sportello, è necessario dover indossare la mascherina e, come si legge dal sito delle Poste, tenere la distanza di sicurezza e rispettare il flusso di ingresso e uscita.

Ci ha più di 75 anni può delegare ai carabinieri la riscossione per poi ricevere la pensione a casa. Un servizio valido a chi non ha persone da delegare.

LettoQuotidiano.it è stato selezionato nella nuova app di Google News. Per rimanere sempre aggiornato clicca qui e poi sulla stellina “Segui”