Home Politica Pensioni 2019, la quattordicesima di luglio non spetta a tutti: polemiche e...

Pensioni 2019, la quattordicesima di luglio non spetta a tutti: polemiche e dubbi

CONDIVIDI

Le pensioni 2019 stanno facendo emergere alcuni dubbi, soprattutto in merito alla quattordicesima di luglio. Chi non la prenderà?

Pensioni 2019
Pensioni 2019

Luglio è in arrivo e per le pensioni 2019 significa anche prendere la quota spettante della quattordicesima. Ma non verrà versata a tutti: cosa vuol dire?

Quattordicesima 2019

Come per tutti i mesi di luglio, l’Inps è pronta al pagamento delle quote spettanti e in aggiunta quelle della quattordicesima per quasi tutti i pensionati.

Verrà fatta una distinzione, infatti non tutti percepiranno la quota e ci sono già alcune polemiche e dubbi sulla questione. Facciamo chiarezza: i pensionati che non hanno ancora compiuto 64 anni e le persone che sono in pensione da quest’anno non hanno diritto alla quota di cui sopra.

Calcolo importo

Come si evince da La Stampa, la quattordicesima maggiorata sarà del 30% in più per chi ha un reddito annuo lordo non maggiore di 10.003,69.

Chi percepisce invece un reddito più alto, la quota sarà senza alcuna maggiorazione come da legge del 2007. Non solo, perché l’importo verrà regolato in base alle annualità di contributi che sono stati versati con tre scaglioni principali:

  • fino a 15 anni di versamento contributi
  • da 15 sino a 25 anni di versamento contributi
  • oltre i 25 anni di versamento contributi.

Per quanto riguarda la mensilità aggiuntiva ci sono due criteri da tener conto, ovvero l’età che dovrà essere maggiore dei 64 anni e gli anni di versamento contributi – con esclusione di assegni sociali o per invalidità.

Per chi compierà 64 anni ad agosto, la somma verrà versata direttamente a dicembre 2019.