Home Personaggi Patty Pravo, quello che non sapete sull’artista: marito, figli, arresto

Patty Pravo, quello che non sapete sull’artista: marito, figli, arresto

Dall’infanzia alla formazione, dal successo alla vita privata della celebre cantante italiana, famosa sin dagli anni ’60.

Nasce Nicoletta Strambelli a Venezia, il 9 aprile del 1948, sotto il segno zodiacale dell’Ariete.

Patty Pravo

Studia danza e pianoforte e al Conservatorio Benedetto Marcello studia anche direzione d’orchestra.

Va a vivere a Roma, dove viene scoperta al Piper Club. Quello sarà il suo trampolino di lancio. Scopriamo tutto sull’artista!

Chi è Patty Pravo

Nel 1966 debutta nel settore discografico con il suo primo singolo, dal titolo Ragazzo Triste.

Nell’arco della sua carriera, partecipa ben 10 volte al Festival di Sanremo e 9 volte arriva in finale. Vince anche 3 Premi della Critica.

Tra le canzoni più note dell’artista compaiono Pensiero Stupendo, La Bambola, E dimmi che non vuoi morire, Pazza Idea.

Ancora oggi è una delle cantanti più amate e delle artiste più importanti che hanno segnato la storia della musica italiana.

Vita privata e curiosità

Patty Pravo ha avuto una vita sentimentale piuttosto turbolenta. L’artista, infatti, si è sposata ben 5 volte.

La prima volta con Gordon Faggetter nel 1968, la seconda con Franco Baldieri nel 1972, la terza con Paul Jeffery nel 1976, la quarta con Paul Martinez nel 1978 e la quinta con John Edward Johnson nel 1982.

Dopo i primi due matrimoni, ha sposato, nel 1974, il cantante dei Pooh Riccardo Fogli. Le nozze tra i due, però, non hanno valore in Italia, in quanto svoltesi in Scozia, con rito celtico.

Nel corso di un’intervista ha parlato della maternità e dei motivi che l’hanno spinta a non mettere al mondo dei figli:

“A casa mia o si fa la mamma bene o non si fa. Solo per un momento mi sono immaginata con il pancione, un vestito azzurro di chiffon, un grande cappello di paglia che correvo.”

Non tutti lo sanno, ma la Pravo, in passato, ha dovuto scontare anche 3 giorni di galera a Rebibbia per una vicenda sul consumo di sostanze stupefacenti.