Home News Parigi, poliziotti sospesi per aver picchiato un sospettato. Il video

Parigi, poliziotti sospesi per aver picchiato un sospettato. Il video

CONDIVIDI

Poliziotti francesi sospesi per aver picchiato violentemente un sospettato che stavano per arrestare. Il video mostra l’estrema violenza usata.

polizia francese

In Francia tre poliziotti hanno subito la sospensione per aver picchiato un sospettato che stavano per arrestare.

Il video che riprende la scena mostra la violenza immotivata usata dagli agenti mentre arrestano il sospettato perché era senza mascherina protettiva.

Agenti picchiano sospettato con violenza

A Parigi si è svolto un episodio di estrema violenza da parte di poliziotti. Gli agenti hanno violentemente mal menato un sospettato che stavano per arrestare, il video che ha ripreso la scena ha lasciato il web senza parole.

Il nome della vittima di violenza è Michel, l’uomo stava facendo ritorno nello studio di registrazione situato nel 17esimo arrondissement senza indossare la mascherina. Come in Italia anche in Francia è obbligatorio indossare la mascherina.

I poliziotti coinvolti nell’arresto, si legge su IlPost.it, hanno redatto un documento di report per la centrale di polizia in cui hanno annotato gli avvenimenti. Gli agenti affermano che sono stati trascinati dall’uomo dentro lo studio di registrazione in malo modo durante un fermo per un controllo di routine.

Le parole scritte dagli agenti incolpano quindi l’uomo di esser stato il primo a mostrare violenza nei loro confronti.

Il video prova della violenza smisurata

Una telecamera di sicurezza in prossimità della porta dello studio di registrazione ha filmato tutta la scena: sembra che le cose non siano esattamente andate come hanno scritto i poliziotti nel report.

Il video che ha ripreso tutto è stato pubblicato 2 giorni fa dal sito di news Loopsider. Le immagini mostrano chiaramente gli agenti spingere il sospettato nello studio con forza e violenza.

Lo hanno lanciato addosso una parete e picchiato per diversi minuti nonostante la vittima non si fosse mostrata in alcun modo minacciosa o pericolosa. Michel si divincolava e cercava di proteggersi dalla scarica di colpi che i poliziotti gli venivano inferti senza motivo.

Nel seminterrato dello studio c’erano altre persone, si sono palesate e gli agenti sono usciti subito dalla stanza. Da fuori hanno lanciato del gas lacrimogeno all’interno dello studio e hanno chiamato rinforzi per procedere con l’arresto di Michel.

La versione della vittima, Michel

La vittima di abuso di potere, Michel, ha raccontato la sua versione e non coincide affatto con il report ma con il video di sorveglianza.

L’uomo racconta di aver visto i tre agenti dirigersi verso di lui mentre entrava nello studio senza capire cosa stesse accadendo. Gli uomini lo hanno picchiato urlandogli insulti razzisti con violenza e forza.

Arrestato con l’accusa di insulto a pubblico ufficiale e di aver cercato di rubare l’arma da fuoco dell’agente, Miche è stato in custodia per due giorni prima di essere rilasciato.

Il video che ritrae Michel tumefatto e pieno di sangue, girato da un suo vicino, ha fatto il giro del web come anche quello delle telecamere di sicurezza. Tutto questo a portato all’immediata sospensione dei tre agenti responsabili dell’atto di violenza immotivato.