Home Politica Parigi, candidato sindaco si ritira per i video intimi diffusi sul web:...

Parigi, candidato sindaco si ritira per i video intimi diffusi sul web: “Attacchi ignobili”

CONDIVIDI

I video intimi sono stati diffusi e ora il candidato Sindaco di Parigi di Macron si ritira, evidenziando questi come attacchi ignobili. Rivendicata la diffusione da parte di un artista russo.

Parigi, candidato sindaco si ritira per i video intimi diffusi sul web: "Attacchi ignobili"
Benjamin Griveaux

Il candidato sindaco di Parigi si è dovuto ritirare in buon ordine dopo che alcuni video intimi sono stati divulgati sul web. Un attacco senza precedenti, come ha dichiarato l’ex portavoce del Governo.

Il ritiro del candidato sindaco Benjamin Griveaux

Sono stati diffusi alcuni video intimi del candidato sindaco Banjamin Griveaux della Republique En Marche, pronto per la poltrona a sindaco di Parigi.

Il fedelissimo del Presidente Macron si è ritirato dopo lo scandalo che lo sta travolgendo in queste ore e non correrà più per la poltrona che si deciderà il prossimo mese.

In questi video sembra che l’ex candidato facesse alcune pratiche intime con una donna francese la cui identità è rimasta riservata.

Come riportato dai media la reazione di Griveaux non è stata delle migliori:

“In seguito ad attacchi ignobili ho deciso di ritirare la mia candidatura all’elezione municipale parigina. tale decisione mi costa, ma le mie priorità sono molto chiare. prima di tutto viene la mia famiglia”

La classe politica francese a seguito della diffusione di questo video si è schierata a sostegno dell’ex candidato, aggettivando tale situazione come “una macchina del fango”.

Cedric Villani ha evidenziato che queste diffusioni non sono altro che minacce per la democrazia. Stesso pensiero anche da parte dell’attuale sindaco in carica Hidalgo che parla di:

“rispetto per la vita privata e della persona”

La rivendicazione del video intimo

Come si legge su alcuni media francesi, sembra che la diffusione del video sia stata rivendicata da parte del performer russo Petr Pavlenskij. L’uomo è già noto per essersi inchiodato i testicoli nel 2013 davanti al Cremlino in protesta di Vladimir Putin.

Il quotidiano Liberation ha sottolineato che lo stesso artista avrebbe chiamato la redazione confermando di aver ricevuto il video dell’ex candidato sindaco da una fonte anonima.