Home Cronaca Dramma nel torinese, papà uccide il figlio di 11 anni poi si...

Dramma nel torinese, papà uccide il figlio di 11 anni poi si toglie la vita: l’addio su Facebook

CONDIVIDI

Ha pubblicato un lungo post su Facebook, prima d’impugnare la pistola e sparare al figlio di 11 anni.

omicidio suicidio rivara

Poi, con quella stessa arma, si è tolto la vita. La tragedia a Rivara, nel torinese.

Omicidio suicidio a Rivara

Ha scritto un lungo post sulla sua pagina Facebook, accusando l’ex compagna di non aver mai compreso i suoi malesseri. Poi ha impugnato una pistola, detenuta illegalmente, ed ha fatto fuoco contro il figlio di 11 anni, prima di farla finita.

È il dramma avvenuto nella notte a Rivara, nel torinese, dove un papà di 47 anni, Claudio Baima Poma, ha ucciso il figlio di 11, Andrea.

L’operaio soffriva da tempo di depressione ed era separato dalla moglie. Come riferisce anche La Stampa, Baima Poma lavorava in un’azienda meccanica di Rivara.

L’addio sui social

Nel post pubblicato nella notte sulla sua pagina Facebook ha spiegato nei dettagli cosa lo avrebbe portato a compiere quel gesto. Un lungo addio rivolto alla sua ex e ai suoi amici.

“Tutto bellissimo, fino a quando ho iniziato ad avere problemi di schiena e di conseguenza un danno permanente alla gamba. Esattamente una settimana prima mi avevi chiesto di sposarti, ma poi hai iniziato ad allontanarti piano piano”

si legge nella lettera, corredata di foto felici insieme al figlio.

Un post colmo di accuse rivolte alla sua ex, madre di Andrea, “colpevole”, a suo dire, di non averlo aiutato ad uscire dalla depressione, di cui da tempo soffriva il 47enne.

“Noi partiamo per un lungo viaggio, dove nessuno ci potrà dividere, lontano da tutto, lontano dalla sofferenza”.

Poi un pensiero agli amici biker, di cui l’operaio era molto appassionato, per chiedere di non dimenticarli e di salutarli con il rombo dei motori.

Una settimana prima, papà e figlio erano stati in vacanza insieme, in un villaggio a Capo Rizzuto e dalle foto pubblicate dall’operaio i due sembravano essere molto felici.

All’arrivo dei soccorsi, scattati poco dopo le 3 della scorsa notte, per il piccolo Andrea ed il papà non c’era ormai più nulla da fare.

Pubblicato da Baima Poma Claudio su Domenica 20 settembre 2020