Home Salute & Benessere Pane di segale, perché dovremmo mangiarlo più spesso

Pane di segale, perché dovremmo mangiarlo più spesso

CONDIVIDI

il pane di segale è spesso l’unica forma in cui consumiamo questo sano cereale, ricco di fibre e nutrienti.

La produzione mondiale di segale in massima parte viene dall’Europa centrale e, in Italia, la sua coltivazione è concentrata al nord.

Per essere chiamato a tutti gli effetti pane di segale deve contenere almeno il 65% di farina di segale, che proviene dalla macinazione dei chicchi di segale (Secale cereale). La segale è un cereale che fa parte della famiglia delle Graminacee ed è ricco di proprietà nutritive.

In passato la segale veniva coltivata dove non crescevano altri cereali, si presenta più scuro rispetto agli altri pani e il suo sapore è più aromatico.

Benefici del pane di segale

Si tratta di un pane è ricco di ferro e zinco, inoltre risulta essere fornisce una buona proporzione di manganese, un buon antiossidante. Infine, le sue fibre specifiche hanno virtù prebiotiche, cioè stimolano le difese immunitarie sostenendo la buona salute della flora intestinale.

Diabete

Rispetto al pane bianco come una baguette, la sensazione che si ricava dal mangiare il pane di segale è l’impressione di mangiare “pesante”.

Tuttavia questo è un errore, in quanto questo pane è meno calorico del classico pane bianco. Senza contare che questo pane, dà una sensazione di sazietà molto più rapidamente.

Ovviamente molto dipende da cosa ci metti sopra: burro, marmellata o salumi. Idealmente, questo pane si può mangiare senza niente, inoltre è anche pratico. E se avete paura di ingrassare, mangiate i cibi più calorici al mattino per bruciare energia durante il giorno.

Buono per il transito intestinale

Se si soffre di problemi di transito, la fibra di questo pane è un ottimo regolatore. Non c’è nessuna controindicazione a mangiare pane di segale ogni giorno.

Pane di segale e glutine

Il pane di segale contiene glutine,insieme al grano e all’orzo, è uno dei cereali che contengono glutine, per questo se soffrite di celiachia, la segale non fa per voi.